Google ha 22 anni/ Compleanno con sconto 22% in Store: offerte Pixel, Chromecast e…

- Silvana Palazzo

Google compie oggi 22 anni: il 27 settembre 1998 i due geniali studenti di Stanford, Page e Brin, diedero vita al celebre motore di ricerca, scontro del 22% in store

google doodle 22compleanno 640x300
Google, il doodle per il 22° compleanno

Giorno speciale oggi per Google, che festeggia i suoi primi 22 anni. In occasione dell’importante festa, il colosso di Mountain View ha deciso di rendere l’intera giornata indimenticabile, annunciando uno sconto del 22% (proprio come i suoi anni) su una vasta gamma di prodotti presenti sul suo Store ufficiale. Un modo per far festa con i suoi utenti che hanno permesso in oltre due decenni di diventare il colosso che è oggi. Cosa occorre fare per usufruire subito dell’interessante sconto e di tutte le offerte di oggi? Come spiega il portale EveryEye, basta collegarsi al Google Store e sfogliare subito le offerte disponibili che riguardano vari prodotti: Pixel, i Nest, Chromecast ma anche su Stadia. Una volta scelto il proprio prodotto e messo in carrello, prima del pagamento è sufficiente inserire il codice “GOOGLEBDAY22” che garantisce lo sconto del 22% sul totale. Il coupon tuttavia non sarà valido su Pixel 4a, Pixel Buds e Nest Aware e potrà essere utilizzato fino alle 00:59 del 28 Settembre 2020. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

COME È NATO IL MOTORE DI RICERCA PIÙ FAMOSO AL MONDO

Google festeggia oggi 22 anni. Era infatti il 27 settembre del 1998 quando venne alla luce il motore di ricerca nonché uno dei siti più utilizzati al mondo. Ma come è nata la creazione di Big G? La storia racconta che Larry Page, all’epoca un giovane studente di Stanford, stesse cercando un argomento per la sua tesi di laurea, e ideò un metodo che si basava sui link, sulla falsariga delle citazioni delle bibliografie nei libri. In poche parole, le pagine sul web che avevano maggiori citazioni, erano quelle più autorevoli, di conseguenza, andavano visualizzate prima delle altre. Brin, il suo compagno di corso, era un esperto di raccolta dati, e aiutò Larry nel creare l’idea realizzando un software che in poche parole dava la caccia ai link sul web. Sono pressochè infinte le curiosità che accompagnano Google (che ricordiamo, oggi compie 22 anni), come ad esempio il fatto che dal 2006 la parola “Google” è comparsa sui dizionari, precisamente sll’Oxford English Dictionary, dove si legge il verbo “to google”, ovvero “googlare”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GOOGLE HA 22 ANNI, ERA IL 1998: PAGE E BRIN FESTEGGIARONO LA NASCITA AL BURGER KING

Sono 22 anni che esiste Google. Sembra ieri ma in realtà sono già passate più di due decadi da quando il motore di ricerca più famoso al mondo è entrato nelle case delle persone per le ricerche più disparate. Molti gli aneddoti e le curiosità su Big G, a cominciare da come festeggiarono Page e Brin, i due fondatori, la nascita della loro creatura. Come si legge su Focus.it, i due geni di Stanford incontrarono Andy Bechtolsheim, creatore di SunMicrosystems, che dopo aver ascoltato la proposta strappò loro un assegno da 100mila dollari, il primo vero finanziamento ricevuto da Google nella storia, tra l’altro dopo un incontro durato circa 15 minuti. Per festeggiare, Page e Brin si recarono da Burger King per poi volare in banca a depositare l’assegno. Per quanto riguarda il nome di Google, invece, non è stato inventato dai due fondatori del motore di ricerca, ma deriva da un’espressione storica del nipote del matematico americano Edward Kasner, tale Milton Sirotta, che un giorno, mentre camminava disse “googol!”, per descrivere un numero sbalorditivo. Il termine venne poi adattato da Page e Brin e divenne in seguito appunto Google 22 anni fa. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GOOGLE HA 22 ANNI. BIG G FESTEGGIA OGGI IL COMPLEANNO, MA IN REALTÀ IL 27 SETTEMBRE…

Oggi Google compie 22 anni e per il suo compleanno Big G ha deciso di auto-celebrarsi attraverso un Doodle speciale. In realtà non è proprio chiaro se veramente il gigante di Mountain View sia nato il 27 settembre del 1998 o meno, e a riguardo Focus ricorda come Google abbia celebrato per qualche anno il suo compleanno il 4 di settembre, ovvero, il giorno in cui i fondatori di Big G presentarono la richiesta formale per fondare la società. In altre occasioni, invece, Google aveva allestito la propria festa il 7 settembre, in questo caso, dato in cui la società venne realmente fondata. E allora perchè si usa il 27 di settembre per celebrare i 22 anni di Google? Semplicemente perchè fu proprio in quel giorno del 1998 in cui i suoi due storici fondatori, leggasi Larry Page e Sergei Brin, all’epoca geniali studenti della prestigiosa università di Stanford in California (Stati Uniti), decisero di descrivere il proprio motore di ricerca in una pubblicazione. Da quel giorno di 22 anni fa ne sono successe di cose… (aggiornamenti di Davide Giancristofaro)

GOOGLE HA 22 ANNI, OGGI NON È SOLO “GOOGLARE”

Google si autocelebra con il doodle di oggi. È infatti il 22° compleanno del celebre motore di ricerca. Per l’occasione il colosso di Mountain View ha rievocato un po’ di storia. Il “fenomeno” Google nasce dalla collaborazione tra Larry Page e Sergey Brin, nata nel soleggiato campus di Stanford. I due si sono chiesti come migliorare il modo in cui le persone interagiscono con la ricchezza di informazioni presenti su Internet. Così nel 1998 è nato Google e il resto è storia nota. Così nota che nel 2006 il termine Google è stato ufficialmente aggiunto dall’Oxford English Dictionary come verbo. Quindi, quando si vuole sapere di più di qualcosa e la si cerca su Internet bisogna “googlare”. L’anno scorso il più famoso e usato motore di ricerca al mondo, diventanto molto di più nel tempo, ha celebrato il suo compleanno con un doodle in cui compariva un vecchio pc con l’homepage di Google del 1998 sullo schermo. Quest’anno invece c’è una “G” che naviga al pc e tra i risultati della ricerca trova le altre lettere che vanno a comporre la parola Google.

22° COMPLEANNO DI GOOGLE, PROGETTI DI SUCCESSO (E NON)

Non è stato ancora risolto il mistero dietro la data del compleanno. Quella del 27 settembre è, infatti, una data convenzionale. Google comunque è molto più di un motore di ricerca. Negli hanno ha creato altri prodotti, acquistato altre società tecnologiche, come YouTube, e ha ampliato e migliorato la sua offerta. Ci sono diversi prodotti di successo, diventati strumenti fondamentali su Internet. Pensiamo al browser Chrome, lanciato nel 2008: è uno dei più usati. Lo stesso discorso vale per Google Maps, lanciato nel 2005. Ma non possiamo non nominare il sistema operativo Android per i dispositivi mobili e il servizio di posta elettronica Gmail. Ci sono stati però anche dei flop. Pensiamo ad esempio al social network Google+, che non è mai riuscito a competere con Facebook e infatti è stato chiuso definitivamente il 2 aprile 2019. Nove anni prima invece ha introdotto AdWords, uno dei canali di raccolta di pubblicità online che oggi è tra le principali fonti di guadagno per molte società sul web.

GOOGLE E LE OFFERTE SULLO STORE

In occasione del 22° compleanno di Google, ci saranno delle importanti novità sullo Store. Oggi, domenica 27 settembre 2002, non si limiterà ad autocelebrarsi con il consueto doodle, ma potrebbe lanciare delle offerte per permettere a chi non lo ha ancora fatto di entrare a far parte dell’ecosistema googliano. “Un’intera giornata di offerte il 27 settembre”, così sullo Store viene anticipata la “festa” di promozioni. In alto è stato inserito un piccolo banner in cui, infatti, si fa riferimento a 24 ore di offerte. Le indicazioni sulla pagina non fanno riferimento specifico a delle offerte particolari, a categorie di prodotti, ma non è da escludere che riguardino i telefoni Pixel. E magari proprio nel giorno del 22° compleanno di Google sarete voi a farvi un regalo tramite il colosso di Mountain View che ci ha cambiato la vita. Pensiamo a quanto sta accadendo durante questa pandemia di coronavirus: c’è Maps, ad esempio, con il nuovo layer indica dove ci sono più casi di Covid-19 e localizza i focolai. Ma nei mesi più difficili è tornato utile Classroom per la didattica a distanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA