Green pass senza vaccino: come averlo/ E quanto dura: regole certificato verde

- Silvana Palazzo

Green pass, come averlo senza vaccino e quanto dura: regole certificato verde obbligatorio sul lavoro dal 15 ottobre

ultime notizie
Controlli Green Pass nelle stazioni (LaPresse, 2021)

Come avere il Green pass senza il vaccino? Con l’obbligo di Certificato Verde sul lavoro dal 15 ottobre i riflettori si accendono sui tamponi per chi non è stato vaccinato. Le regole prevedono che venga rilasciato in caso di negatività ad un tampone eseguito 48 ore prima, ma le Regioni vogliono chiedere di ampliare la durata a 72 ore. Il decreto prevede tamponi Covid gratis per i soggetti fragili che non possono vaccinarsi, invece per gli altri cittadini i prezzi dei tamponi sono calmierati. Infatti, fino al 31 dicembre, giorno in cui dovrebbe finire lo stato di emergenza, il costo scende a 15 euro, mentre 8 euro per gli under 18.

Dopo il tampone molecolare o rapido, nelle 48 ore precedenti, il green pass viene generato in automatico per chi ha età superiore ai 12 anni e messo a disposizione gratuitamente. Così come accade per chi ha ricevuto la prima dose o il vaccino monodose da almeno 15 giorno, se ha completato il ciclo vaccinale o è guarito dal Covid nei sei mesi precedenti. Ci sono anche dei casi in cui non è obbligatorio.

GREEN PASS, ESENZIONI E DURATA

Il green pass non è obbligatorio per gli under 12, esclusi per età dalla campagna vaccinale, per gli esenti per motivi di salute sulla base di idonea certificazione medica. Stesso discorso per i cittadini a cui è stato somministrato il vaccino ReiThera nell’ambito della sperimentazione Covitar. Sono stati predisposti diversi canali digitali per visualizzare, acquisire e scaricare il green pass. Dal sito dedicato al fascicolo sanitario elettronico regionale, passando per l’app Immuni e l’app IO. Ma chi ha difficoltà o non ha gli strumenti può rivolgersi ai medici e farmacisti. Il green pass ha una durata di 12 mesi, visto che il Comitato tecnico scientifico ha dato il via libera alla proroga da 9 mesi. Ma nei casi di tampone negativo, ha validità per 48 ore dalla dall’ora del prelievo. Infine, nei casi di guarigione, il green pass è generato entro il giorno seguente e validità di 180 giorni.

GREEN PASS, MULTE E SANZIONI

Il lavoratore che ne è sprovvisto rischia multe fino a 1.500 euro se viene trovato senza Certificato Verde. In particolare, l’accesso a lavoro senza è punito con una “sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 600 a euro 1.500”. E niente retribuzione ai lavoratori che si presentano provvisti di Green pass, in quanto è “considerato assente ingiustificato fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro”. Quindi, per i giorni di assenza ingiustificata “non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati”. Multe anche per i datori di lavoro che non controllano: vanno da 400 a mille euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA