Guido Meda, morta la mamma/ “Grazie per avermi cresciuto, sopportato e supportato”

- Claudio Franceschini

E’ morta la mamma di Guido Meda: la storica voce della MotoGp l’ha voluta omaggiare con un lungo e bellissimo post sui social network, una lista di ringraziamenti per tante cose.

Guido Meda Sky lapresse 2020 640x300
Guido Meda, direttore di Sky Sport Motori (Foto LaPresse)

E’ morta la mamma di Guido Meda. Il lungo post sui social network da parte della storica voce del Motomondiale, oggi direttore di Sky Sport Motori, ci ha fatto sapere della tristissima notizia. Non è noto il motivo del decesso, e il messaggio di Meda è davvero lungo perché lo si possa riportare integralmente; giusto però citarne alcuni passaggi, per il resto come detto vi potete rivolgere alle pagine ufficiali del telecronista. “Addio mamma. Grazie perché sei stata un costante generatore di gioia” inizia il messaggio che Guido Meda ha voluto riservare alla madre, sottolineando la sua qualità di non voler mai essere di peso “mentre eri sempre fondamentale”. Poi c’è il ricordo di come l’ha cresciuto, coccolato e protetto sempre, l’estrema gentilezza che la portava sempre a ringraziare, particolare che faceva in modo che “chiunque capisse chi eri e ti volesse bene da subito”.

GUIDO MEDA, MORTA LA MAMMA: IL LUNGO MESSAGGIO

Il messaggio di Guido Meda dunque comprende una lunga serie di grazie per la mamma scomparsa. C’è quello per le scuse continue, il più delle volte – dice il telecronista – inutili perché non c’era nulla da perdonare; c’è quello per “essere stata una madre così, una nonna così, persino una suocera così, che ha devastato i luoghi comuni delle suocere” e qui non scriviamo nulla di esplicito ma, con il sorriso sulle labbra e tanto affetto, sappiamo bene di che luoghi comuni si tratta. C’è poi un ringraziamento per come la mamma ha sopportato con convinzione e supportato con forza, per la simpatia naturale, per i baci di notte, per “le favole inventate sulla Alfa Giulia e la Fiat 124, che ancora ricordo parola per parola come ninne nanne preferite”, e poi non poteva mancare il grazie “per aver sempre pregato per tutti, che fossimo in moto o a un esame”. Anche noi ci uniamo al cordoglio e al lutto di Guido Meda per la scomparsa della mamma, parole davvero belle quelle che la voce della MotoGp le ha dedicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA