HOTEL FOLGARIDA: MALORE PER 240 OSPITI/ Un virus? Contestazioni Nas in campo igienico

- Emanuela Longo

Hotel a Folgarida, in Trentino: malore per 240 ospiti, cosa sta succedendo? Il caso affrontato a Pomeriggio 5, ipotesi virus, attesa per esami

hotel folgarida pomeriggio5
Hotel Folgarida: malore per 240 ospiti (Pomeriggio 5)

Anche Pomeriggio 5 ha cercato di fare luce sul caso dell’hotel a Folgarida, in Trentino, in cui dal 29 gennaio scorso 200 persone ospiti – tra studenti, professori e genitori – della struttura si sono sentiti male. La stessa sorte è capitata pochi giorni fa ad altri 43 ragazzini, tra cui alcuni italiani. I sintomi sono gli stessi già registrati in passato. L’ Azienda sanitaria locale e i Nas sono intervenuti prelevando campioni di cibo per capire quale sia la causa. Adesso occorre attendere le prossime ore per capire da cosa deriva il tutto. L’ipotesi virus è però la più plausibile. Molti ragazzini sono tornati oggi a casa e il ragazzo ricoverato in ospedale sta meglio, come emerso da Pomeriggio 5. I Nas hanno fatto due contestazioni all’albergo in campo igienico, ma solo dagli esami si capirà se si tratta di un virus portato nella struttura magari da alcuni degli ospiti o se è dipeso da altri problemi interni. Nei prossimi giorni arriveranno le prime risposte certe. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

GIALLO IN TRENTINO: MALORI IN HOTEL

Paura in un hotel in Trentino, a Folgarida di Dimaro, dove oltre 240 ospiti si sono sentiti male, facendo subito sorgere il dubbio circa la presenza di un virus misterioso. Ma cosa è successo davvero? A parlarne è stato nelle passate ore Corriere.it (e ne parlerà oggi anche Pomeriggio 5), secondo il quale due scolaresche ospiti della struttura alberghiera avrebbero accusato dei malori con sintomi come nausea, crampi, vomito e dissenteria. In tutto sono stati quasi 200, tra studenti, prof e genitori, a stare poco bene e nei giorni scorsi si sono aggiunti oltre 40 altre persone, tutte ospiti del medesimo albergo. Cosa ha portato a far registrare tutti questi malori? L’ipotesi più accreditata è che si sia trattato di un virus ma la risposta giungerà a breve, dopo l’analisi sui campioni prelevati due settimane fa. A causa del caldo inverno, i virus continuano a mietere vittime soprattutto tra i più giovani. Stando ad una prima ricostruzione dei Nas, la scorsa domenica i primi ad accusare un malore sarebbero stati alcuni studenti britannici, poi è toccato ad una scolaresca di Ancona, tutti con nausea, crampi, vomito e in alcuni casi dissenteria. Il fenomeno avrebbe subito una brusca accelerazione facendo scattare subito l’allarme.

HOTEL FOLGARIDA: MALORE PER 240 OSPITI: COSA È SUCCESSO?

Gli operatori del 118 sarebbero prontamente giunti sul posto insieme ai carabinieri della compagnia di Cles e ai Nas. Come spiegato dai gestori dell’hotel, “questa volta però i sanitari hanno evitato l’errore commesso la volta scorsa: i ragazzi sono stati messi in stanze separate in modo da evitare il contagio. L’altra volta sono arrivati con l’idea dell’intossicazione e hanno lasciato tutti insieme, invece questa volta parlavano di virus. Siamo tranquilli, abbiamo fatto il nostro dovere e prestato aiuto agli ospiti come meglio potevamo”. In attesa degli esiti definitivi sul virus, emergono le prime indiscrezioni. Tre ragazzi ospiti dell’hotel, infatti, sarebbero risultati positivi al norovirus, responsabile di un’infezione gastrointestinale molto contagiosa. Sono stati solo due gli ospiti che hanno necessitato delle cure in ospedale ma sarebbero in buone condizioni. Ma la domanda adesso è la seguente: come è possibile che la stessa struttura sia stata teatro di ben due infezioni virali molto potenti? Anche nel secondo caso sono stati eseguiti dei prelievi e prelevato campioni di acqua e cibo. Al momento non viene esclusa alcuna ipotesi ma quella del virus resta la più realistica. “È brutto vedere i bimbi stare male, ma la situazione è sotto controllo. Ho parlato con la dirigente della scuola e mi ha detto che i titolari dell’hotel sono stati encomiabili, fa piacere”, il commento del sindaco Andrea Lazzaroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA