LA STORIA/ Il pioppo ecologico che si trasforma in design

Tra i prodotti di Misura Emme di DANIELA MASCHERONI divenuti di largo consumo ci sono i sistemi giorno che vanno da Tao Day al Crossing realizzato in triplo strato di pioppo

misura_emme_federlegno_arredo_teka04_017_HR
Uno dei sistemi giorno di Misura Emme

Dal 1939 realizza prodotti di arredamento collaborando con architetti come Alberto Dal Lago, Sergio Asti e, più di recente, Ferruccio Laviani e Mauro Lipparini . Tra i prodotti di Misura Emme divenuti di largo consumo ci sono i sistemi giorno che vanno da Tao Day al Crossing realizzato in triplo strato di pioppo. L’azienda si contraddistingue per il rispetto dell’ambiente, con la scelta di utilizzare specie arboree che possono essere sostituite da nuove piantagioni e laccature esclusivamente ad acqua. Ilsussidiario.net ha intervistato la responsabile Marketing di Misura Emme, Daniela Mascheroni.

Come è nata la vostra azienda?

Misura Emme è nata nel 1939 da due gemelli artigiani, che si sono staccati da un’impresa gestita con altri fratelli per fondarne una nuova. Oggi realizza tutti i mobili, con l’esclusione delle cucine: armadi, letti, comodini, poltrone, divani, librerie, tavoli e tavolini.

Da quando e con quali modalità avete avviato le collaborazioni con gli architetti?

Dagli anni ’60 abbiamo iniziato a collaborare con architetti famosi come Alberto Dal Lago, Sergio Asti, Ammannati & Vitelli. Questo ci ha permesso di realizzare dei prodotti innovativi rivolti alla borghesia milanese che dopo la guerra mondiale si stava evolvendo. Con il tempo abbiamo acquisito un’azienda chiamata Atelier, ampliando le nostre collaborazioni ad architetti come Mauro Lipparini, Ferruccio Laviani, Luca Scacchetti,Marco Piva,lo studio Marelli e Molteni e molti altri designer entrati a far parte del nostro team.

Quali sono le qualità che rendono unici i vostri sistemi giorno?

I “sistemi giorno” sono sicuramente la nostra linea più importante. Abbiamo tutta una serie di proposte a partire dal Tao Day realizzato da Mauro Lipparini, che ha fatto la storia in quanto è stato presentato nel 1998-1999 e oggi tutti i prodotti simili presenti sul mercato sono figli della nostra creazione. Un altro prodotto interessante è Crossing, basato su un triplo strato di pioppo e che presenta caratteristiche speciali tra cui il rispetto dell’ambiente.

In che senso?

Il pioppo è una scelta ecologica, in quanto cresce a intervalli di alcuni anni in piantagioni coltivate appositamente e quindi non c’è una deforestazione. Il pioppo è inoltre un legno molto leggero e resistente agli strappi, e presenta numerose caratteristiche positive soprattutto per i mercati dove c’è molta umidità, come il Brasile e l’India, in quanto a differenza del truciolare normale non si flette. Un pianale in pioppo regge il peso di circa 60 chili.

Quali altri aspetti vi contraddistinguono per l’attenzione all’ambiente?

Sempre per una forma di attenzione all’ecologia, tutti i nostri prodotti sono laccati ad acqua, sia che si tratti di parti in vetro, legno o in metallo. La nostra è stata la prima azienda al mondo nel settore design a utilizzare l’acqua per la verniciatura. Un aspetto importante dell’arredamento è la presenza di sistemi media con cablaggi elettrici.

 

Voi come risolvete questo problema?

Abbiamo sempre cercato di andare incontro al desiderio del cliente finale, che è quello di avere tv e altri sistema media senza cavi in vista. Nelle nostre composizioni giorno c’è stato uno studio molto attento, tanto è vero che tutte le “spalle” dei nostri mobili portano un alloggiamento per i cavi. Quella che ne risulta è una composizione ben illuminata e assolutamente pulita e ordinata.

 

Quali altri sistemi innovativi avete introdotto?

Per lungo tempo i mobili sospesi, dopo essere stati montati a parete, subivano una flessione una volta caricati con i prodotti al loro interno. Misura Emme ha deciso quindi di utilizzare una staffa metallica, che viene fissata al muro bloccando così la flessione. Ciò permette di fare sì che i mobili siano sempre nella posizione corretta. Inoltre questo supporto metallico serve anche per fare passare tutti i cablaggi elettrici e da’ al mobile una grandissima portata.

 

Come presentate i prodotti ai vostri clienti?

Per mostrare al cliente finale in che cosa consistono gli aspetti positivi dei nostri prodotti. I nostri rivenditori hanno a disposizione un ripiano tagliato per mostrare l’interno del nostro prodotto Crossing, che è completamente realizzato in listellare di legno. Inoltre i rivenditori che vogliono fare Shop in Shop o magari un Monobrand hanno a disposizione un concept studiato per una presentazione adeguata dei nostri prodotti.

 

(Pietro Vernizzi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori