Incendio e crollo casa a Pinerolo/ Fuga di gas: 1 morto, 3 feriti e 2 dispersi

- Chiara Ferrara

Un incendio è scoppiato in una casa a Pinerolo, in provincia di Torino: il conseguente crollo ha causato la morte di una persona

incendio crollo casa Pinerolo

Un incendio con conseguente crollo di una casa a Pinerolo, in provincia di Torino, ha causato questa mattina la morte di una persona, mentre tre sono rimaste ferite e due sono ancora disperse. La causa dell’esplosione, avvenuta intorno alle 7.40 nella palazzina di Piazza Sabin 6, in base a quanto riporta La Stampa, è da ricondurre ad una fuga di gas. Pare che nell’appartamento da cui si sono scaturite le fiamme, situato al terzo piano, si stesse montando una cucina.

Il boato provocato dall’esplosione nelle prime ore del giorno ha scosso il quartiere, tanto che alcuni vicini di casa credevano che si fosse trattato di un terremoto. Il fuoco, in realtà, ha successivamente chiarito che la causa era stata l’esplosione violenta dell’appartamento. Detriti e calcinacci hanno invaso Piazza Sabin, anche a diversi metri di distanza dalla palazzina. Sono state dunque evacuate le venti famiglie che abitano negli alloggi della palazzina. Adesso si trovano in hotel, come disposto dal Comune. Sul posto i vigili del fuoco e gli operatori sanitari del 118. Una persona purtroppo è deceduta, mentre tre sono rimaste ferite. I soccorritori stanno ancora cercando di estrarre dalle macerie due dispersi.

Incendio e crollo casa a Pinerolo: morti e feriti

La vittima dell’incendio e crollo della casa a Pinerolo è la proprietaria dell’appartamento da cui è scaturita la fuga di gas: Maria Rosa Fiore, 84 anni. La donna è stata ritrovata carbonizzata. Il marito, Dario Lisdero, 74 anni, invece, è gravemente ferito. L’anziano ha ustioni di primo e secondo grado nell’80% del corpo. È stato trasportato al Cto di Torino con l’elisoccorso. Altri due condomini sono rimasti feriti, ma non sono in condizioni gravi. Sono stati trasportati rispettivamente in codice giallo e verde all’ospedale del Comune in provincia di Torino. Ore di apprensione, invece, per le due persone che sono attualmente ancora disperse. Le operazioni dei soccorritori proseguono senza sosta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA