INCIDENTE TANGENZIALE NORD: 2 MORTI/ Carambola innescata da 45enne ubriaco, arrestato

- Davide Giancristofaro Alberti

Incidente in Tangenziale Nord a Milano: 45enne ubriaco piantonato in ospedale

Ambulanza in incidente
Incidente stradale mortale (LaPresse, immagini repertorio)

Emergono dei dettagli in più in merito all’incidente mortale avvenuto nella tarda serata di ieri sulla tangenziale nord di Milano. Come riferisce l’edizione online del Corriere della Sera, il 45enne alla guida della Chevrolet Captiva che ha investito, ammazzando, due ragazzi di 26 anni, aveva un tasso alcolemico ben superiore al consentito, precisamente 2.50 grammi per litro. Al momento si trova in ospedale, ricoverato dopo lo scontro di ieri, e piantonato dagli agenti della polizia stradale: appena verrà dimesso, sarà arrestato. A conferma dello stato di ebbrezza del guidatore, il fatto che all’interno del suo suv sia stata ritrovata una bottiglia di superalcolico ormai completamente vuota. Nelle prossime ore il 45enne verrà sottoposto agli esami tossicologici per capire se fosse anche sotto gli effetti di qualche stupefacente. Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente, invece, l’uomo stava sorpassando un Fiat Ducato bianco, ma visto lo stato psichico, ha urtato il mezzo, per poi perdere il controllo e scontrarsi con un’Harley Davidson. La moto americana su cui viaggiavano i due 26enni, è rimasta impigliata e trascinata per un tratto dall’auto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

INCIDENTE TANGENZIALE NORD: 2 MORTI

Incidente mortale avvenuto sulla tangenziale Nord di Milano, all’altezza di Nova Milanese: un uomo ubriaco alla guida di un suv ha travolto due ragazzi, uccidendoli pressoché sul colpo. Le due vittime, Federico Vasile e Nicolò Moraschini, entrambi molto giovani, di anni 26, erano a bordo in sella ad un’Harley Davidson, il mito americano delle due ruote, quando una Chevrole Captiva guidata da un 45enne con un tasso alcolemico poi rivelatosi ben al di sopra del consentito, è piombata loro addosso, travolgendoli. Nella sua folle corsa l’auto ha prima urtato un furgone, quindi si è scontrata con la moto, con un impatto devastante e purtroppo fatale. L’incidente si è verificato attorno alle ore 22:00 di ieri, venerdì 28 giugno, in direzione Sud nei pressi di Nova Milanese, nota cittadina di circa 22mila abitanti della provincia di Monza e Brianza.

INCIDENTE TANGENZIALE NORD, MORTI 2 RAGAZZI

Subito dopo che è stato lanciato l’allarme sono intervenuti sul luogo gli uomini del 118, precisamente due ambulanze, un’automedica e l’elisoccorso, vista la gravità della situazione, ma per i due ragazzi non c’è stato nulla da fare: troppo gravi le ferite riportate a seguito dell’investimento, con il primo morto sul colpo, mentre il secondo è spirato poco dopo l’arrivo presso il pronto soccorso dell’ospedale San Carlo. Si è invece salvato il conducente dell’auto, che è stato arrestato dagli agenti della polizia stradale di Arcore dopo che è stata ricostruita con esattezza la dinamica di quanto accaduto, e probabilmente, visto anche lo stato evidente di ebbrezza dello stesso guidatore. L’ipotesi più accreditata è che l’autista, per via del tasso alcolico, abbia prima urtato un furgone, un Fiat Ducato, e poi sia finito contro la moto dei due giovani, travolgendo praticamente tutto ciò che trovava sul suo cammino. L’uomo dovrà ora rispondere del reato di omicidio stradale, e sarà processato a breve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA