Iss, efficacia vaccino 7-14 giorni dopo seconda dose/ “Protezione non è immediata”

- Silvana Palazzo

Iss, efficacia vaccino al 95% a 7-14 giorni dalla seconda dose. Il professor Franco Locatelli: “Protezione non è immediata, non abbandonare comportamenti responsabili”

ema terza dose
Il vaccino Pfizer-Biontech (LaPresse)

Il vaccino anti Covid raggiunge la piena efficacia solo una settimana dopo l’inoculazione della seconda dose. Lo precisa l’Istituto superiore di sanità (Iss) tramite una nuova nota alle Faq pubblicate sul suo sito ufficiale. «L’efficacia del 95% riscontrata dagli studi clinici si riferisce a una settimana dopo la seconda dose». Di conseguenza, il massimo della protezione si ha dopo questo periodo. Ma l’Iss rileva comunque che «anche dopo la prima dose è verosimile che ci sia una certa protezione dal virus», ma «questa non è immediata dopo l’inoculazione del vaccino», bensì «si sviluppa progressivamente dopo almeno 7-14 giorni dall’iniezione». Quindi, la somministrazione della seconda dose del vaccino, che va effettuata ad almeno 21 giorni dalla prima dose, ha l’obiettivo di «rinforzarla e renderla più prolungata». Una precisazione importante, a conferma che il vaccino è sì la soluzione alla pandemia, ma non immediata. Quindi, è importante continuare a rispettare le norme e i consigli sulla prevenzione.

EFFICACIA VACCINO, LOCATELLI “PROTEZIONE NON IMMEDIATA”

La questione si è posta dopo che un medico in servizio all’ospedale Umberto I di Siracusa è risultato positivo al Covid-19 dopo essersi sottoposto al vaccino a Palermo sei giorni fa. Si tratta della dottoressa Antonella Franco, direttore del reparto Malattie infettive dell’ospedale di Siracusa. Le autorità sanitarie locali stanno cercando di capire se avesse contratto il virus già prima di mettersi in viaggio per la vaccinazione. La notizia ha però suscitato timori sull’efficacia del vaccino anti Covid. Il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, rassicura ai microfoni di Repubblica: «Negli articoli scientifici è chiaramente riportato che anche negli studi clinici si sono infettate persone dopo la prima dose proprio perché la risposta immunitaria non è ancora completamente protettiva. E lo diventa soltanto dopo la seconda dose». Questo, ha spiegato Locatelli, è uno dei motivi per i quali non bisogna abbandonare i comportamenti responsabili dopo essersi sottoposti alla vaccinazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA