Iva Zanicchi “Anche io canterò Bella Ciao”/ “Non è una canzone della Sinistra”

- Hedda Hopper

Iva Zanicchi “Anche io canterà Bella Ciao”, le sue rivelazioni spiazzano tutti ma poi rilancia: “Non è una canzone della Sinistra”

Iva Zanicchi
La cantante Iva Zanicchi

Iva Zanicchi continua ad essere un personaggio molto op della nostra cultura ed è per questo che è amata e seguita anche da molti giovani e le sue affermazioni hanno un risalto diverso dagli altri artisti e colleghi. Anche oggi è così e tutto perché, a sorpresa, forse non tanto, l’Aquila di Ligonchio ha sottolineato il fatto che oggi, come molti italiani, si ritroverà a cantare Bella Ciao in onore del nostro tricolore e nonostante il suo orientamento politico. Nel corso degli anni la canzone che fece da sfondo alla Liberazione italiana è diventata sempre un segno di connotazione della Sinistra ma per lei non è così e oggi anche lei si unirà al coro di Bella ciao come ha rivelato all’Adnkronos.

IVA ZANICCHI PRONTA A CANTARE BELLA CIAO

In particolare, anche Iva Zanicchi parteciperà all’iniziativa lanciata dall’Anpi di celebrare il 25 aprile sventolando il tricolore cantando Bella Ciao: “Il canto fa bene, è liberatorio. Se la gente vuole cantare dal balcone che lo faccia pure. Anche io canterò Bella ciao, è un canto della Resistenza e la Resistenza è di tutti, non solo della sinistra. Per cui canto volentieri anche”. La stessa artista spiega poi che, al contrario di quanto dice Ignazio La Russa, la nostra Resistenza è da tenere ben distinta da quello che è successo in queste settimane nel nostro Paese e si è detta contraria alla proposta di trasformare il 25 aprile in una giornata per ricordare le vittime di tutte le guerre e anche del Coronavirus: “Sono due cose assolutamente diverse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA