KANYE WEST SI CANDIDA A PRESIDENZIALI USA/ Marito Kim Kardashian criticato da celeb!

- Davide Giancristofaro Alberti

Kanye West si è candidato ufficialmente come prossimo presidente degli Stati Uniti: personaggio controverso fu criticato per il sostegno a Trump, ma…

kim kardashian kanye west
Kim Kardashian e Kanye West

La candidatura di Kanye West alle presidenziali Usa a sostegno di Donald Trump ha acceso il dibattito sui social network. Il noto rapper, marito di Kim Kardashian, sta ricevendo aspre critiche sul web da molti colleghi e da celebrità di ogni tipo. “Trollato” da Hilary Duff – dopo un messaggio dedicato alle misure di sicurezza per l’emergenza coronavirus ha concluso «Oh, correrò per diventare presidente» – West è finito nel mirino dell’attrice Olivia Spencer: «È ovvio che certa gente vive in una bolla. È il momento di farla scoppiare». Tiffany Haddish ha deciso di copiare il tweet di annuncio di Kanye West per poi scherzare affermando che anche lei correrà alle presidenziali americane. Simile anche l’ironia di Paris Hilton, molto vicina alla compagna di West: «Paris for president», quanto scritto su Twitter. (Aggiornamento di MB)

KANYE WEST, APPOGGIO A TRUMP MA…

La notizia del giorno è indubbiamente la candidatura di Kanye West, rapper e marito della Kardashian a presidente degli Usa. Un annuncio che è arrivato nelle passate ore via Twitter e destinato a fare ancora discutere a lungo. Figura certamente controversa nel mondo dello spettacolo americano anche per via di alcune sue dichiarazioni rilasciate nel corso degli anni, ha spesso rilasciato dichiarazioni choc: da quando ammise di essersi “drogato di oppiacei” dopo una liposuzione alle ultime dichiarazioni, quando ha ammesso: “Mi hanno diagnosticato un disturbo bipolare, ma è un superpotere”. A far particolarmente discutere anche il suo appoggio a Trump, attuale presidente degli Stati Uniti e che due anni fa ha incontrato alla Casa Bianca, indossando il cappello con la scritta “Make America Great Again”, lo slogan del tycoon nella sua campagna per le Presidenziali 2016. Un supporto che a quanto pare sarebbe venuto poi meno. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Delusione sui social

La notizia di Kanye West candidato a presidente Usa ha scatenato grande fermento sui social soprattutto per l’idea di vedere, eventualmente, la moglie Kim Kardashian futura First Lady. “Mi sveglio con Kanye West che vuole essere presidente degli USA e di conseguenza Kim Kardashian come First Lady… torno a dormire sperando sia solo un grande incubo”, scrive un utente su Twitter. “Kim Kardashian passa da una sextape alla Casa Bianca grazie a Kanye West: il più gran WTF della storia”, si legge in un altro cinguettio. E non mancano meme ironici sulla stessa Kardashian e battute ironiche, come quella di una utente che twitta: “Se Kim Kardashian diventa first lady al fianco di #KanyeWest pretendo Elettra Lamborghini premier”. E c’è chi contesta a gran voce scrivendo: “Non voglio essere una persona razzista ma Kanye west come presidente degli USA ? Davvero ? E se verrà eletto (spero di no) Kim Kardashian come First Lady ? Ma anche no, sappiamo tutti che persona è dopo quello che ha fatto nel 2009 e nel 2016 a Taylor”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

I passati annunci

Se per qualcuno la candidatura del rapper Kanye West per la presidenza degli Stati Uniti è apparsa come una doccia fredda, per coloro che conoscono e seguono il marito di Kim Kardashian – che ora potrebbe diventare first lady – è apparsa tutt’altro che una sorpresa. Il prossimo 3 novembre gli americani saranno chiamati al voto e Kanye West è pronto a mettersi in gioco come annunciato su Twitter utilizzando l’hashtag #2020VISION. Questa però, come dicevamo, non è affatto la prima volta in cui l’artista parla di una sua possibile candidatura alla Casa Bianca. Lo aveva già fatto lo scorso novembre quando aveva annunciato che avrebbe partecipato alla corsa per la presidenza nel 2020. Anche durante un discorso agli “Mtv Video Music Awards” del 2015 aveva espresso il suo desiderio di partecipare alle elezioni. Adesso però, le sue intenzioni andrebbero ben oltre il semplice desiderio. West è considerato un forte sostenitore di Donald Trump, attuale presidente Usa, che ha incontrato nel 2016 prima delle passate elezioni. In passato è più volte intervenuto a suo favore sia via social che in diverse interviste. Negli ultimi due anni, tuttavia, il rapper ha modificato la propria posizione e ha preso le distanze dal presidente in diversi messaggi su Twitter, come rammenta Agenzia Nova. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“Mi candido a presidente USA”

Kanye West pronto a candidarsi per la presidenza degli Stati Uniti nel 2020. A sorpresa il musicista e rapper ha annunciato sui social la sua intenzione di candidarsi alla Casa bianca incontrando da subito il sostegno di Elon Musk, l’imprenditore che su Twitter ha scritto “hai il mio pieno supporto!”. Un annuncio che ha sorpreso i tantissimi fan del rapper vincitore di 21 Grammy Awards e marito di Kim Kardashian che proprio sui social ha scritto: “ora dobbiamo realizzare la promessa dell’America, fidandoci di Dio, unificando la nostra visione e costruendo il nostro futuro”. Poi l’annuncio a sorpresa: “mi candido come presidente degli Stati Uniti” con tanto di bandiera a stelle e strisce e l’hashtag #2020VISION. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Kanye West: “sono in corsa per la presidenza degli Stati Uniti”

Kanye West ha ufficialmente annunciato la propria candidatura per le elezioni presidenziali che si terranno negli Stati Uniti il prossimo autunno. Il milionario rapper e imprenditore di moda, marito di Kim Kardashian, aveva appoggiato nella scorsa campagna l’attuale numero uno degli Usa, Donald Trump, ed ora ha deciso di correre da solo: “Ora dobbiamo realizzare la promessa dell’America credendo in Dio – ha twittato lo stesso West sul suo account seguito da 29.4 milioni di follower, con l’aggiunta dell’hashtag #2020VISION – unificando la nostra visione e costruendo il nostro futuro. Sono in corsa per la presidenza degli Stati Uniti”. Spesso e volentieri si è parlato di uno sbarco nel mondo della politica del 43enne rapper afroamericano, considerato da Forbes l’artista più pagato del 2020, ma questa volta sembrerebbe essere quella buona, tra l’altro un annuncio giunto nel significativo giorno del 4 luglio, la festa dell’Indipendenza e celebrazione più importante oltre oceano.

KANYE WEST GIA’ APPOGGIATO DA ELON MUSK: IL NOTO INCONTRO CON TRUMP

Una candidatura alle prossime elezioni che è stata già appoggiata da Elon Musk, altro personaggio molto noto negli Stati Uniti, nonché famoso per essere il fondatore di Tesla e di SpaceX. Come ricorda l’edizione online di Repubblica, West e il suo staff non hanno per ora fornito alcun dettaglio in vista delle elezioni del prossimo autunno, e non è nemmeno ben chiaro se l’annuncio sia giunto o meno dopo aver presentato tutta la documentazione necessaria per prendere parte alle prossime elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Kanye West è stato uno dei pochi artisti americani che ha deciso di appoggiare Donald Trump e la sua politica, e due anni fa lo stesso rapper afroamericano aveva fatto visita alla Casa Bianca per incontrare il tycoon e discutere della riforma carceraria. Fu un incontro memorabile in quanto West si presentò al cospetto dell’uomo più potente al mondo con il cappellino rosso “make America great again”, rivolgendosi al presidente a suon di “figlio di pu…” e altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA