Katia Ricciarelli e Pippo Baudo, perché si sono lasciati?/ La rottura e i rapporti oggi

- Anna Montesano

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo, perché si sono lasciati? Le motivazioni della fine del loro matrimonio e i rapporti tra i due oggi

katia ricciarelli pippo baudo 2018 youtube 640x300
Katia Ricciarelli e Pippo Baudo

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo, storia di un matrimonio finito

Pippo Baudo ha avuto un grande e celebre amore nella sua vita: Katia Ricciarelli. Il loro è stato un colpo di fulmine diventato poi un grande amore che li ha portati, nel 1986, a sposarsi. “Ci siamo sposati nel 2986, è stato un matrimonio felice – ha raccontato qualche tempo fa la Ricciarelli ai microfoni dei Lunatici, su Rai Radio2 – Ci siamo incontrati perché qualche volta andavo ospite da lui. C’era solo il buongiorno e buonasera. Ci siamo sposati veramente per amore”.

Un grande amore quello tra Pippo Baudo e Katia Ricciarelli, in cui entrambi hanno creduto molto ma che sfortunatamente non è durato. Per lungo tempo ci si è interrogati sulle motivazioni di questa rottura e, negli anni, non sono mancate indiscrezioni su tradimenti; tuttavia dietro la fine del loro matrimonio c’è dell’altro.

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo, perché si sono lasciati? Le motivazioni dell’addio e i rapporti oggi

“Forse la mancanza di dialogo perché io ero spesso fuori mentre lui aveva il suo lavoro in Italia, ha portato a venire a mancare il dialogo, che secondo me non va mai dimenticato – ha spiegato Katia RicciarelliLo consiglio a tutte le coppie: non dimenticatevi mai di parlare, di litigare anche, ma non chiudetevi mai in voi stessi. Questo ci ha fatto del male, per questo ci siamo separati”. Separarsi è stata una scelta coraggiosa, difficile, ma necessaria. Dopo la rottura, i rapporti tra Katia e Pippo non sono stati sempre facili ma, ad oggi, a legarli c’è un rapporto di serena amicizia. Proprio la Ricciarelli, nel corso della sua avventura al Grande Fratello Vip 6, ha spiegato di avere un ottimo rapporto oggi col suo ex marito.







© RIPRODUZIONE RISERVATA