“La messa più spaventosa della mia vita”/ Roma, choc fedeli per una “strana” omelia

- Silvana Palazzo

Mountain Butorac racconta “la messa più spaventosa” della sua vita. L’ha vissuta a Roma, nella Basilica di San Pietro. E non è l’unico fedele sotto choc per la “strana” omelia

chiesa_pixabay
Chiesa (Foto: da Pixabay)

Ha unito la sua fede cattolica con la passione per i viaggi per lanciare The Catholic Traveler, una guida online per fedeli che condividono con lui il desiderio di vivere la propria spiritualità in giro per il mondo. Questo perché si può esplorare la propria fede anche attraverso il viaggio. Si chiama Mountain Butorac ed è famoso anche per un siparietto tra la figlia e il papa: durante un tour giornaliero la piccola ha “rubato” la papalina a Bergoglio. Di recente ha condiviso con i lettori un’esperienza che definisce «bizzarra e spaventosa» e che ha vissuto a Roma domenica. È stato infatti a messa nella Basilica di San Pietro ed è rimasto colpito da un sacerdote, di cui ha preferito non fare il nome. «È stato tutto molto impressionante», ha raccontato su Twitter. Il religioso, di origine americana, ha celebrato la messa in inglese, spaziando però con altre lingue. Il modo in cui passava da una lingua all’altra durante l’omelia ha sorpreso Butorac al punto tale da spingerlo a definirla «l’omelia più forte che abbia mai sentito». Ma cosa lo ha colpito in particolare?

“LA MESSA PIÙ SPAVENTOSA DELLA MIA VITA”

Durante l’omelia il sacerdote della Basilica di San Pietro ha parlato del rosario, dei peccatori, dell’inferno, di Satana e della comunione. E tutti erano concentrati nell’ascoltarlo. Ma mentre si avvicinava la fine dell’omelia è successo qualcosa di strano per Mountain Butorac. «Aveva appena detto qualcosa su Fatima e riguardo l’inferno, poi ha guardato ognuno di noi e ci ha detto: “Abbiamo bisogno di…”, ma poi si è bloccato». Gli è sembrata in un primo momento una pausa drammatica, ma il suo volto è cambiato e ha cominciato a balbettare come un bambino. «Poi il silenzio, il lato sinistro del viso è cambiato e ha ripreso a balbettare per un minuto intero. Infine ha detto amen». Una fedele è corsa all’altare per controllarlo, visto che era un medico, ma il sacerdote si comportava come se non fosse successo nulla. Ha terminato infatti la messa senza problemi e quindi si è diretto verso la sagrestia. Questa fedele presente alla messa lo ha inseguito per parlare di quello che era successo. «Penso sia stato un ictus. È stata la messa più bizzarra e spaventosa della mia vita». Butorac ha invitato alla preghiera gli altri fedeli, e tra l’altro alcuni presenti quel giorno hanno condiviso le sue stesse preoccupazioni. Ma c’è anche chi ha parlato di qualcosa di «straordinario», mentre altri hanno ipotizzato un attacco demoniaco.



© RIPRODUZIONE RISERVATA