NOIPA CEDOLINO LUGLIO 2018/ Ultime notizie, pagamento stipendi: i chiarimenti su rimborsi e trattenute Irpef

- Silvana Palazzo

NoiPa cedolino luglio 2018, pagamento stipendi: “Lunedì 23 esigibilità emissione urgente”. Ultime notizie: chiarimenti sul conguaglio Irpef che era atteso in busta paga

noipa cedolino stipendi
NoiPa cedolino, pagamento stipendi

Dopo la pubblicazione, nella giornata di ieri, dei cedolini per il mese di luglio NoiPa ha provveduto a fare un po’ di chiarezza in merito con un comunicato e fornendo delle risposte in merito ai diretti interessati. In particolare, in relazione al cedolino che è già visibile nell’area personale del portale, si fa sapere che il lavoratore, in base ai singoli casi, nella busta paga potrebbe ritrovarsi delle trattenute Irpef oppure dei rimborsi. Nel primo caso, vengono applicate se dopo il conguaglio del 730 per l’anno 2018 il soggetto si trova ad essere in debito perché ha pagato meno imposte di quelle che gli spettavano; nel caso dei rimborsi, invece, nell’ottica del totale delle imposte dovute, il contribuente risulta essere invece in credito dato che ha pagato più Irpef rispetto a quella che gli spettava. (Agg. di R. G. Flore)

LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Il mese di luglio era per molti lavoratori italiani quello del conguaglio Irpef. Si attendeva in busta paga l’addebito o il rimborso, a seconda del risultato del ricalcolo delle imposte dovute. Solo per alcuni lavoratori è stato così. Nelle altre buste paga non c’è stato alcun riferimento al conguaglio Irpef. Nella giornata di ieri Noipa ha pubblicati i cedolini stipendiali di luglio, che verranno accreditati il 23, e con l’occasione molti dipendenti pubblici hanno notato che non era presente il conguaglio fiscale. C’era chi attendeva uno stipendio più alto e chi più basso, ma così non è stato. E non c’è da preoccuparsi perché non siamo di fronte ad un errore: il mese di luglio è quello dei primi rimborsi (o trattenute) ma non è per tutti così. In aiuto di NoiPa arriva l’Agenzia delle Entrate con una vecchia circolare. La mancanza del conguaglio potrebbe essere causata da un ritardo nella presentazione del modello 730/2018, oppure da un ritardato invio della dichiarazione da parte dei Centri di Assistenza o degli altri professionisti abilitati ai quali vi siete rivolti. Quindi non c’è nulla da temere: in questo caso il rimborso arriverà con lo stipendio del mese di agosto.

NOIPA CEDOLINO: LUNEDÌ 23 LUGLIO ESIGIBILITÀ EMISSIONE URGENTE 

Intanto NoiPa sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un messaggio importante per i dipendenti della Pubblica Amministrazione. «Lunedì 23 luglio 2018 è la data di esigibilità relativa all’emissione urgente per l’applicazione del conguaglio fiscale risultante dai modelli 730/2018». Per quanto riguarda il conguaglio fiscale risultante dai modelli 730/2018, non elaborati con l’emissione urgente, «sarà applicato attraverso la prima emissione utile in base ai tempi di trasmissione dei dati al sistema NoiPA». E quindi a seguito di tale emissione sarà pubblicato un cedolino apposito. NoiPa ricorda inoltre che «gli istituti di credito, come previsto dalla normativa SEPA, possono effettuare gli accreditamenti sui singoli conti correnti dalle 00.00 fino alle 24.00 del medesimo giorno». In risposta alla numerose richieste di chiarimenti, NoiPA ha fatto sapere che l’applicazione del conguaglio fiscale dipende dalle tempistiche entro cui l’Agenzia delle Entrate ha ricevuto e lavorato i modelli 730, come vi abbiamo spiegato sopra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori