LINNEO, IL CANE DI BIANCA/ Fiona superstar: “American Bulldog dolcissima”

- Elisa Porcelluzzi

Linneo, il cane nella fiction “Blanca”, è interpretata da Fiona, una American Bulldog di tre anni dagli occhi di ghiaccio. Parla la dog trainer Carolina Basile.

fiona
(Oggi è un altro giorno)

La serie tv “Blanca” in onda su Rai 1 sta avendo grande successo e uno dei principali protagonisti è Linneo, cane guida che accompagna la protagonista Maria Chiara Giannetta. Il vero nome dell’amico a quattro zampe è Fiona, ospite a Oggi è un altro giorno l’addestratrice Carolina Basile ha rivelato: «Lei è dolcissima, è il cane più buono del mondo. Si diverte a girare Blanca. Abbiamo avuto una spalla importante in Maria Chiara, che ha premiato Fiona in ogni sua azione».

Ospite negli studi di Rai 1, il veterinario Federico Coccia ha spiegato: «In genere sono pastori tedeschi e labrador e devono essere di sesso femminile, perché i maschi si distraggono. Questa non è una razza predisposta, ma non è detto: anche tra i meticci si può trovare una razza predisposta e buona come lei». Carolina Basile ha poi aggiunto: «Fiona ha fatto il provino, il regista aveva chiesto un cane diverso, speciale, che doveva raccontare un’amicizia. Pensando a un cane speciale, abbiamo pensato a lei: ha uno sguardo magnetico e un carattere di una dolcezza infinita».  (Aggiornamento di MB)

Linneo: il cane di “Blanca” su Rai 1

Tra i protagonisti della nuova fiction di Rai 1 “Blanca” c’è anche Linneo, il cane che guida la protagonista interpretata da Maria Chiara Giannetta. Linneo è interpretato da Fiona, una American Bulldog di tre anni dagli occhi di ghiaccio. Artefice dell’incredibile binomio Blanca-Linneo è l’addestratrice Carolina Basile che dal 2018 ha fondato la “Dog Studios”, società che trasforma i cani in attori. Intervistata da Kodami, Carolina ha spiegato come è arrivata a scegliere Fiona per la parte di Linneo: “Tutto è nato dalla richiesta del regista Jan Maria Michelini di avere un cane fuori dagli schemi, diverso e speciale, con una certa prestanza fisica ma allo stesso tempo dolce e con un forte rapporto di complicità con la protagonista. Fiona, che grazie al suo umano di riferimento e alla sua famiglia aveva già un’ottima base educativa, ha dimostrato di avere tutte queste caratteristiche”.

Fiona è Linneo: come è stata scelta per la parte

Sul set Fiona e Maria Chiara Giannetta hanno stretto un forte legame di amicizia e la loro complicità è palpabile: “L’attrice ha passato oltre un mese prima delle riprese tutti i giorni con Fiona… Credo sia la prima volta in tv che c’è un legame così forte con la protagonista ed ecco perché abbiamo impiegato tanto tempo per prepararli, il regista voleva che ci fosse questa sintonia”, ha spiegato Carolina Basile. La sfida maggiore è stato il fatto che la protagonista della serie è non vedente, quindi Fiona non poteva avere un contatto visivo diretto mentre si giravano le scene: “Abbiamo dovuto ricostruire tutte le linee di sguardi in modo che il cane avesse sempre un riferimento in me o in uno dei miei collaboratori”, ha spiegato la Basile a Kodami. Sul set anche Fiona aveva a disposizione il suo camerino, con divano e poltrona proprio come a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA