Lucio Presta, marito di Paola Perego/ Un’infanzia segnata dalla morte della madre

- Alessandro Nidi

Lucio Presta è noto oggi per essere l’agente dei vip, ma in passato è stato un bambino che ha dovuto vivere anni complicati

Lucio Presta marito Paola Perego
Lucio Presta e Paola Perego

Oggi Paola Perego debutta su Rai Due con una nuova trasmissione, “Il filo rosso”, attraverso la quale si propone di raccontare le storie di persone comuni, le loro vite, le loro vicissitudini, analizzando e sottolineando l’importanza del legame che si viene a creare tra i nonni e i loro nipoti. A livello sentimentale, la conduttrice ha trovato la sua felicità con Lucio Presta, con il quale ha deciso di convolare a nozze nel 2011. Non sono mancati i pettegolezzi più maligni, quelli secondo cui Paola Perego ha continuato a fare televisione ad alti livelli proprio in seguito al suo matrimonio con Presta, noto nel settore come il potente manager dei vip (Paolo Bonolis compreso). Al di là di ciò di cui si chiacchiera nei corridoi del mondo dello spettacolo, dove l’invidia trova spesso il suo humus più fertile, il rapporto tra Lucio Presta e la Perego è basato su un amore sincero, profondo e molto intenso, tanto che la stessa presentatrice ha rivelato di essere estremamente a suo agio con lui e di sentirsi capita anche quando è vittima di attacchi di panico.

LUCIO PRESTA, PAOLA PEREGO DICE DI LUI: “È L’UOMO PIÙ IMPORTANTE DELLA MIA VITA”

Essere la consorte del manager dei più grandi personaggi del mondo dello spettacolo può essere un onore, ma talvolta anche un onere, poiché si tratta di condividere insieme a lui anche le tensioni che nascono durante l’esercizio della sua professione. Eppure, durante la trasmissione di Rai Uno “Oggi è un altro giorno”, Paola Perego ha speso solo ed esclusivamente parole al miele per Lucio Presta: “È l’uomo migliore del mondo. Ha anche un bruttissimo carattere, va detto. Litighiamo spesso, ma dopo una settimana di frequentazione gli dissi che sarebbe stato l’uomo più importante della mia vita, a prescindere da come sarebbe finita la nostra storia. E così è dopo 23 anni”. Questo anche e soprattutto in virtù del fatto che lui mi ha fatto capire da subito di non essere un uomo giudicante, lui ascoltava e non giudicava. Io venivo da un rapporto completamente diverso. Il mio ex marito mi aveva giudicato molto, però eravamo giovani e non aveva gli strumenti per comprendere questa malattia. Ma anche fidanzati e amici prima di lui”.

LUCIO PRESTA: UN’INFANZIA DIFFICILE, SEGNATA DALLA SCOMPARSA DELLA MADRE

Lucio Presta non è noto ai rotocalchi di gossip solo per essere il marito di Paola Perego o per via del suo ruolo di spicco nell’universo dello spettacolo. Il manager, infatti, ha parlato qualche volta in passato della sua infanzia, che non è stata affatto semplice per lui: Presta è cresciuto senza poter nemmeno conoscere e apprezzare l’amore di sua madre, spirata dopo averlo dato alla luce. Un dolore immenso, che il giovane Lucio ha compreso soltanto qualche anno più tardi, e che si è tradotto in un carattere comprensibilmente spigoloso e talvolta ingestibile, tanto da indurre il padre a metterlo in collegio. Presta, però, è riuscito a resistere ai tumultuosi marosi della vita e di una quotidianità in cui l’assenza di una figura materna pesava quanto e più di un macigno, tentando dapprima di intraprendere la carriera di ballerino (prese parte addirittura a cinque edizioni di “Fantastico”), salvo poi intuire che quella non era la sua strada e decidere pertanto di virare su quella di manager dei vip. La sua agenzia è la “Arcobaleno Tre” e vi lavorano anche i suoi figli Niccolò e Beatrice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA