Lucrezia Selassié contro tutti/ Accuse pesanti ai vip dopo “l’attacco” a Manuel

- Jacopo D'Antuono

Lucrezia Selassié innervosita dalle assegnazioni nello spettacolo shakespeariano: a lei e Manuel sono stati assegnati personaggi minori, così la gieffina…

Lucrezia Hailè Selassiè e Manuel Bortuzzo al "Gf Vip"
Lucrezia Selassiè e Manuel Bortuzzo al "Gf Vip"

Lucrezia Selassié è sempre più innamorata del suo Manuel Bortuzzo. E non tollera minimamente eventuali torti o peggio, discriminazioni, nei confronti del fidanzato. In questi giorni la Princess è sul chi va la, soprattutto dopo aver avuto degli screzi con alcuni vip della casa, in seguito ad un torto che lei e Manuel avrebbero subito nello spettacolo shakespeariano, che non li ha visti nei ruoli dei protagonisti. Ed è proprio questo che non è andato giù a Lulù: il fatto che il ruolo di Romeo e Giulietta sia stato assegnato ad Alessandro Basciano e Sophie Codegoni e non a lei al nuotatore Manuel Bortuzzo. “Sai cosa mi hanno detto? Che non è bello da vedere perché tu sei in sedia a rotelle. Mi viene da piangere”, ha confidato Lucrezia a Manuel, piangendo. La teoria di Lulù, quindi, parte dal presupposto che i due siano stati scartati perché lui è in sedia a rotelle.

Lucrezia Selassié difende a spada tratta Manuel Bortuzzo e se la prende con Jessica

A quel punto Manuel Bortuzzo e Lucrezia hanno voluto capirci di più e si sono rivolti direttamente a Jessica, che a quanto pare era coinvolta nella vicenda. La sorella non ha fatto nomi, anche perché in un secondo momento ha ammesso di essere stata lei a dire quelle parole. “Ma allora sei una stupida”, l’ha rimproverata Lulù, che è chiaramente rimasta infastidita dalle parole di Jessica. La polemica ha attirato l’attenzione degli internauti, che si sono spaccati sul tema. In tanti hanno dato ragione a Lulù, altri però hanno ritenuto esagerata la sua reazione. La verità, forse, sta come al solito nel mezzo. Vedremo se questa sera, venerdì 21 gennaio, in occasione della puntata serale, Alfonso Signorini tornerà sul tema.







© RIPRODUZIONE RISERVATA