Maggiolino, Volkswagen non lo produce più/ Beetle in pensione dopo 80 anni

Il maggiolino esce definitivamente di scena: oggi verrà prodotto l’ultimo esemplare della sua lunghissima carriera

Maggiolino (Ig)
Maggiolino (Instagram)

Va definitivamente in pensione il Maggiolino. La mitica auto della Volkswagen, dopo ben 80 anni, chiude per sempre i battenti. Oggi verrà infatti prodotto l’ultimo esemplare di una serie composta da ben 21 milioni di pezzi, acquistati in ogni parte del globo. Un’auto che esce dal commercio ma che entra definitivamente nella leggenda, nata a fine anni ’30 su volontà di Adolf Hitler, che chiese la realizzazione di un’automobile per il popolo che non dovesse costare più di 1000 marchi tedeschi, pari a otto volte lo stipendio medio di un operaio tedesco dell’epoca. Venne così incaricato del progetto tale Ferdinand Porsche, un ingegnere austriaco che pochi anni dopo fondò il leggendario marchio sportivo. Porsche iniziò a pensare ad un’auto per tutti i giorni, e realizzò il progetto di un mezzo con un motore leggero da 1.2 litri, situato nella parte posteriore per non togliere spazio ai cinque passeggeri, e collocando un capiente baule davanti.

MAGGIOLINO ADDIO: OGGI L’ULTIMO ESEMPLARE

L’auto venne definita da Hitler “macchina del popolo”, che tradotto in tedesco era “Volks Wagen”: una definizione così celebre che pochi anni dopo divenne appunto il noto marchio della casa automobilistica famosa in tutto il mondo. A colpire fu soprattutto il suo aspetto estetico, quelle forme morbide e quei fari tondeggianti che sembrano due occhi, che fecero breccia negli anni sessanta anche oltre oceano, in un’epoca in cui le auto americane erano enormi e dalle cilindrate impensabili. Un successo negli Stati Uniti frutto anche dei film Disney su Herbie, il “maggiolino tutto matto”, nonché per via di un’abile campagna di marketing (leggendaria la “Think small”, pensa in piccolo), con la scelta dei pubblicitari del nome Beetle (maggiolino), vista la somiglianza con l’insetto tutto tondeggiante. Divenne un simbolo in particolare degli anni ’70, e del mondo hippie, e con il passare degli anni ha subito una serie di restyling con il New Beetle 1 e 2, anche se il fascino dell’originale non è mai stato replicato. Oggi va in pensione, a 80 anni e dopo una carriera da urlo: giusto così.



© RIPRODUZIONE RISERVATA