Malika Ayane/ “Avevo un pancione enorme e nessuna prospettiva nella vita” (X FACTOR)

- Fabiola Iuliano

Malika Ayane si prepara al quinto live di X Factor 13 ripercorrendo il suo passato. Il primo singolo, un talento offuscato da Giusy Ferreri e…

X Factor 13
Malika Ayane a X Factor 13 (ph. Sky)

Malika Ayane si è lasciata alle spalle l’acceso diverbio avuto con Mara Maionchi del quarto live di X Factor 13. Lo scontro, lo ricordiamo, si è acceso in seguito all’esibizione di Nicola Cavallaro che, secondo la coach degli Under Uomini, non sarebbe riuscito a tirare fuori se stesso esibendosi con un brano di Salmo. “Mi riesce difficile vedere qualcuno che non sia Salmo fare Salmo”, ha detto Malika Ayane, ignorando che, solo pochi secondi prima, il concorrente della squadra di Mara Maionchi era stato acclamato da una sonora standing ovation. “Non c’è ragione o torto, tutti hanno dei punti di vista – ha continuato la coach – Secondo me dopo che abbiamo ripetuto all’infinito che il rap o te lo scrivi o non lo canti, non lo canti”. Ma la replica di Mara Maionchi, naturalmente non si è fatta attendere: la nota produttrice discografica ha infatti sottolineato come, pochi minuti prima, anche uno degli under Uomini di Malika Ayane non fosse riuscito a dare prova di grandi doti interpretative. Questa volta, però, Malika Ayane ha potuto contare sul supporto degli altri coach di X Factor 13, che hanno sposato in pieno il suo punto di vista. Il litigio con Mara Maionchi avrà degli strascichi nel live di questa sera?

MALIKA AYANE: GIUSY FERRERI? VINCEVA TUTTO LEI”

A un passo dalla presentazione del primo singolo del suo allievo Davide Rossi, Malika Ayane fa i conti con la sua “prima volta” nel mondo della discografia, ricordando come sia stato difficile eccellere musicalmente, nonostante fossero in molti a elogiare il suo talento. “Il primo inedito è senz’altro un momento emozionantissimo, è il primo brano che leggi con il suo nome inciso. Tu – ha spiegato a Davide Rossi la coach degli Under Uomini – lo guarderai sicuramente con affetto, ma anche con un po’ di disgusto. È sempre così”. A un certo punto, però, i ricordi anno preso il sopravvento, costringendo Malika Ayane a fare i conti con un passato pieno di delusioni: “penso di aver passato i primi sei mesi della carriera a detestare il modo in cui avevo cantato”, ha precisato la cantante. “Il mio primo singolo in realtà era una cover di Over the Rainbow ed ebbe un grandissimo successo. C’era chi diceva è era Joss Stone, chi diceva che era Norah Jones – ha ricordato Malika Ayane – invece ero io. Avevo un pancione enorme e nessuna prospettiva nella vita, quindi, di fatto, poi non è successo molto, dopo quel singolo, se non che poi ne ho cantato un altro e poi un altro. E poi è arrivata Caterina Caselli – ha aggiunto la coach di X Factor 13 – ed è arrivato un altro nuovo singolo. E poi non è successo niente, perché Giusy Ferreri era appena uscita da X Factor e vinceva tutto lei”. Tuttavia, Malika Ayane non rimpiange nulla: “Serve a questo il primo (singolo, ndr): senza il ‘giorno uno’ non può esserci il ‘giorno cento’, questa è una cosa che mi dico spesso. C’è voluto il terzo primo singolo per fare qualcosa ed era Feeling better, e quella volta lì – ha concluso la coach – siamo arrivati in classifica più in alto di Madonna”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA