Maria Rita Pitoni/ “Attraverso la scuola ad Amatrice c’è stata la vera rinascita”

- Emanuele Ambrosio

Maria Rita Pitoni è tra le protagoniste di Nuovi Eroi: il suo impegno come dirigente scolastica dell’Istituto di Amatrice esempio di forza e determinazione

Maria Rita Pitoni

Maria Rita Pitoni è tra i protagonisti della nuova stagione di Nuovi Eroi, il format originale prodotto da Stand by Me e Rai3 con la preziosa collaborazione del Quirinale. Tra le nuove straordinarie storie di cittadine e cittadini italiani insigniti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana c’è anche quella di Maria Rita Pitoni,  una donna che vive a Rieti dove lavora come dirigente scolastico. La Pitoni è una crocerossina di lungo corso e dopo il terribile terremoto che ha colpito Amatrice nel 2006 è stata chiamata a reggere l’istituto omnicomprensivo di Amatrice. Un lavoro non semplice quello svolto da Maria Rita, che ha compiuto una preziosa attività di coordinamento sul territorio. Un impegno costante quello messo in campo dalla preside che durante una festa in occasione del concorso “L’educazione mi sta a cuore” promosso da Educa ha ricordato quanto di terribile è accaduto ad Amatrice.

Maria Rita Pitoni e il terribile terremoto di Amatrice

Maria Rita Pitoni per diversi anni ha ricoperto il ruolo di dirigente scolastica dell’istituto omnicomprensivo di Amatrice dopo il terribile terremoto del 2006. Un momento tragico che ha ricordato così: “il 24 agosto ad Amatrice c’era la festa del paese e tantissimi giovani e bambini erano in piazza. Sono rientrati a casa molto tardi e in pochi minuti hanno perso tutto. Genitori, amici, compagni, parenti, figure di riferimento, case e servizi. Grazie al grande aiuto della Protezione civile del Trentino siamo riusciti, in soli 20 giorni a costruire una scuola provvisoria, che ci ha permesso di riprendere le lezioni. Attraverso la scuola c’è stata la vera rinascita, non a caso il motto scelto è stato ripartiamo dalla scuola” – ha detto la dirigente scolastica di Amatrice, che dopo il devastante terremoto che ha scosso la cittadina è riuscita con tanta forza, impegno e costanza a ripartire. Un ringraziamento speciale poi va al Trentino: “un grazie immenso al Trentino perché ha fatto sì che questa popolazione rimanesse sul territorio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA