Martina Luoni è morta/ 27enne testimonial Regione Lombardia vs Covid aveva tumore

- Alessandro Nidi

Martina Luoni è morta: la 27enne testimonial di Regione Lombardia contro il Coronavirus, ha perso la propria battaglia contro il cancro

martina luoni 640x300
Martina Luoni (foto: Facebook Regione Lombardia)

La notizia, drammatica, si è diffusa nella mattinata di oggi, martedì 14 settembre 2021: Martina Luoni è morta. La testimonial di Regione Lombardia contro il Coronavirus si è spenta a soli 27 anni dopo avere lottato duramente contro il tumore, trovando la forza, in piena pandemia, di denunciare lo stop alle cure per i malati oncologici, provocato dall’emergenza sanitaria. A dare l’annuncio della sua dipartita è stata la sua famiglia, che ha pubblicato un commovente post sugli spazi digitali del social media Instagram.

“Oggi la leonessa ha perso la sua battaglia – si legge nella pubblicazione –. Ora, la sua bussola la porterà a caccia di nuovi tramonti, quelli che ha sempre sognato, sempre con il sorriso sulle labbra che nessuno potrà mai spegnere. Da oggi chiunque guarderà un tramonto si ricorderà della leonessa Martina”. La ragazza combatteva da più di quattro anni contro un cancro al colon che non le dava tregua e i suoi video, in pieno lockdown, avevano raggiunto quota tre milioni di visualizzazioni. Attraverso questi filmati, Martina aveva anche rivelato di aver effettuato lunghi cicli di chemio e radioterapia, aggiungendo poi che per lei era programmata un’operazione, poi rimandata a causa del virus.

MARTINA LUONI È MORTA: IL COMMENTO DI REGIONE LOMBARDIA

Queste le frasi pronunciate da Martina Luoni in un suo video: “La mia è sia una denuncia sia un appello. Una denuncia perché mi pare incredibile che non sia stato fatto di più per farsi trovare pronti alla seconda ondata, ma anche un appello ai cittadini affinché rispettino le regole, in modo da non sottoporre le strutture sanitarie a una pressione eccessiva”. E, ancora, in riferimento al virus: “Quando dite che questa è un’influenza e ‘tanto io sono giovane’, dovete invece pensare a vostra sorella, a vostra mamma, vostro nonno. Le vostre famiglie – io non ve lo auguro – potrebbero aver bisogno di cure mediche, anche non per il Coronavirus. Ma, ragazzi, le cure ci vengono tolte!”.

Intanto, il governatore regionale Attilio Fontana ha dichiarato: “Stento ancora a crederci. Ci ha lasciato Martina Luoni, la giovane di Solaro che ha contribuito in maniera convinta e importante a sostenere la nostra campagna per contrastare il Covid. La malattia che l’affliggeva da tempo purtroppo ha avuto il sopravvento. Non dimenticheremo mai il suo sorriso, l’energia di una ventisettenne caparbia e determinata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA