MASSIMILIANO D’EPIRO, MARITO VIOLANTE PLACIDO/ Per lei meglio di George Clooney!

- Rossella Pastore

Massimiliano D’Epiro, regista, è il marito dell’attrice Violante Placido. Con lei ha avuto un figlio, Vasco, nato il 5 ottobre 2013.

Massimiliano D'Epiro
Violante Placido e il marito Massimiliano D'Epiro

Massimiliano D’Epiro è il marito regista di Violante Placido. Con lei, oltre a una carriera nel cinema, condivide i natali nella città di Roma, dove ha frequentato prima il liceo classico Mamiani e poi Lettere e Filosofia alla Sapienza. Dopo la gavetta come assistente alla regia e regista di backstage (per Rai Fiction, Endemol, Lucisano, Magnolia e Think Cattleya), ha deciso di dedicarsi completamente alla regia a partire dai documentari. Nel corso degli anni, ha lavorato per la Protezione Civile Italiana e la Presidenza del Consiglio, ma anche per la fondazione d’arte Pastificio Cerere e diversi producer e dj della scena elettronica internazionale. Il suo è un curriculum di tutto rispetto. Tra i film, si ricorda Polvere, vincitore al Magna Grecia Film Festival e menzione speciale al Taormina Film Festival; tra i video musicali, quelli per gli artisti Antonello Venditti e la stessa Violante Placido. Ha anche scritto il soggetto del mediometraggio di Brando De Sica, La donna giusta, e prodotto il cortometraggio Stella, best dramedy al London Film Festival. Il suo primo romanzo, edito da Albatros, ha vinto diversi premi letterari e il Trailer Film Festival.

Violante Placido: “Massimiliano D’Epiro è l’uomo per me”

Massimo D’Epiro è l’uomo giusto per Violante Placido. Questo, almeno, è quanto sostiene lei stessa in un’intervista a Grazia: “Con lui mi sento rilassata, avvolta dall’amore e molto protetta. Abbiamo avuto la fortuna di incontrarci quando entrambi volevamo le stesse cose: una famiglia, un figlio”. Vasco è arrivato il 5 ottobre 2013. “Oggi sono una donna più equilibrata, centrata, serena. E pensare che per anni la maternità mi ha fatto paura. Rimandavo, sempre. Poi, quando l’orologio biologico si faceva sentire, dicevo a me stessa che non avevo alcun bisogno di fare un figlio, sarei stata benissimo anche senza. E se non avessi incontrato l’uomo giusto non l’avrei fatto”. La sua paura nasceva dalla consapevolezza che il ruolo di mamma va vissuto davvero, nella sua totalità: “Non puoi fare un figlio e dimenticartene, continuando la tua vita come se niente fosse. Sono diventata madre quando mi sono sentita pronta”.

Massimiliano D’Epiro e il paragone con George Clooney

Violante Placido ha trovato il suo equilibrio al fianco di Massimiliano D’Epiro. Come madre non è affatto ansiosa: “Mi faccio guidare dall’istinto e ascolto mio figlio. È buonissimo, socievole, saluta tutti e nel quartiere è già una star”. Non è un caso che Violante abbia scelto proprio Massimiliano, come marito e padre di suo figlio. Lui, a differenza dei colleghi, è un uomo più posato e meno nevrotico. Niente a che vedere con George Clooney, per esempio, che Violante ha conosciuto nel 2010 sul set di The Americans: “Non potrei mai innamorarmi di un tipo come lui, che finirebbe per riservare a me solo un piccolissimo spazio della sua vita. Io ho bisogno di condividere tutto con l’uomo che amo”. A proposito di questo, l’attrice non nega di aver sofferto per amore: “Moltissimo, anche quando ho deciso io di rompere un rapporto. Sono sentimentalmente troppo sensibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA