Maurizio Ferrini: “Sono contro le adozioni gay”/ “Bimbo nel letto con 2 papà? No!”

- Alessandro Nidi

Maurizio Ferrini, alias la Signora Coriandoli, ha commentato la sua contrarietà alle adozioni di minori da parte delle coppie omosessuali: “Non vorrei mai…”

Maurizio Ferrini 1 640x300
Maurizio Ferrini (Storie Italiane, 2022)

Maurizio Ferrini, è intervenuto sulle colonne del quotidiano “Libero” in edicola oggi, domenica 30 gennaio 2022, raccontandosi a tutto tondo in un’intervista. Inizialmente, l’attore ha parlato del Festival di Sanremo, sottolineando che la Signora Coriandoli ci metterebbe appena tre minuti a preparare le valigie e partire alla volta della città matuziana, qualora fosse invitata all’Ariston, in quanto sarebbe bello assistere a un dialogo con Drusilla Foer. Tuttavia, non si tratta in alcun modo di un moto di gelosia nei confronti dell’artista: “Non ho mai vissuto in modo competitivo il mio mestiere. Gianluca Gori è bravissimo ed è giusto che faccia strada, ce ne fossero di artisti così”.

Se dovesse presentarsi a Sanremo come ospite, tuttavia, Ferrini non farebbe mai e poi mai un monologo, ma “mi getterei dalla balconata in costume da bagno, accompagnato dalla band!”. Poi, un’affermazione che sicuramente non mancherà di suscitare polemiche: “Mi sembra si sia passati da un estremo all’altro… Quando ero bambino, i gay erano oggetto di denigrazione, la gente tirava addirittura i sassi contro gli omosessuali. Oggi, invece, viviamo in un clima di esaltazione totale dell’omosessualità. Ecco, bisognerebbe ristabilire il primato del buon senso. Inoltre, sono contrario alle adozioni gay: sono l’espressione di una certa decadenza dei costumi. Mi batto per la parità dei diritti delle coppie omosessuali e non metto in discussione il loro amore, ma non vorrei mai vedere un bambino nel lettone tra due genitori dello stesso sesso”.

MAURIZIO FERRINI: “L’ISOLA DEI FAMOSI? HO PARTECIPATO PER DISPERAZIONE”

A Sanremo, ha rivelato Maurizio Ferrini a “Libero”, il suo sostegno andrà tutto alla sua amica Iva Zanicchi, mentre sulla sua assenza dai set cinematografici l’attore ha asserito: “Ho rifiutato tutti i film di Natale, dal primo all’ultimo, perché è un umorismo che non mi appartiene. Quando però dici no a Diocleziano, Roma ti scatena l’anatema e non ti chiamano più. Dicevano che me la tiravo e che ero inaffidabile. Ho avuto anche la depressione”.

Oggi, per mantenersi, Ferrini fa serate, che sono ricominciate da un po’ di tempo a questa parte, mentre la Signora Coriandoli si prepara a sbarcare sui social con due profili, uno su Facebook e l’altro su Instagram. Poi, una battuta sul Movimento Cinque Stelle (“Ogni tanto Dio fa degli errori e loro sono uno di questi!”) e il ricordo della sua partecipazione a “L’Isola dei Famosi”: “Ho partecipato per disperazione. Vivevo in un cono d’ombra, desideravo essere visto. Andai lì e fui me stesso, anche se l’ho vissuta con imbarazzo. Oggi non rinnego l’Isola, ma non la rifarei: ognuno deve fare il proprio mestiere e io punto al cinema”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA