Mauro Corona: “Enrico Letta cattivo, riportatelo in Francia”/ “Renzi aveva ragione”

- Davide Giancristofaro Alberti

Duro il commento di Mauro Corona circa la proposta di Enrico Letta di tassare l’1% dei giovani: “Chiedo scusa a Renzi, aveva ragione lui”

mauro corona rete4 2021 640x300
Mauro Corona (Dritto e Rovescio)

Mauro Corona è stato come al solito ospite in collegamento della puntata di ieri sera di Dritto e Rovescio, programma in onda tutti i giovedì sera su Rete Quattro e condotto da Paolo Del Debbio. Tanti gli argomenti trattati dal buon Mauro Corona, a cominciare dalla proposta del segretario generale del Partito Democratico, Enrico Letta, di tassare l’1% più ricco d’Italia per dare dei soldi ai 18enni. Durissimo la replica dell’opinionista friulano: “E’ diventato cattivo e determinato Letta, era in Francia chi è che l’ha riportato qui? L’avessero lasciato in Francia. Chi è stato a dire, abbiamo bisogno di te? Abbiamo bisogno di questo?”.

Mauro Corona, alla luce di questa proposta del numero uno del Pd, ha aggiunto: “A questo punto chiedo scusa a Renzi di averne parlato male quando ne aveva parlato male, ‘Renzi ti devo le mie scuse’ come quando le avevo rivolte a Silvio Berlusconi”. E ancora: “Ma da dove salta fuori questo? E’ determinato non è più l’uomo che conoscevo io e che venne anche a casa mia ad Erto, questo qui ha sotto una specie di occhio vendicativo, ma l’avessero lasciato in Francia, dai su, e ci arriverà a fare questo, sono cose di vendetta personale”.

MAURO CORONA SU LETTA, DEL DEBBIO: “IN ITALIA NON SA UN CAZ*O NESSUNO”

Del Debbio ha replicato: “Tra l’altro questa idea dell’1% più ricco è di un’economista americano Joseph Stigliz, quindi non è nemmeno un’idea sua, ma tanto in Italia non sa un caz*o nessuno”. Mauro Corona era in collegamento ieri sera da Misurina, non dalla sua solita abitazione, e ha colto l’occasione per spiegare: “Ho voluto collaudare il braccio, gli sci, se ero ancora capace di muovermi. Sono alla locanda Queens, il papà di Lorenzo, il gestore, era la guida personale di Buzzati. Mi hanno detto di fare un invito a Speranza e a tutta la ciurma: offrono gratis tutto l’anno a Speranza il pranzo e la cena purchè riescano a mangiare all’esterno il frico ma deve farcela in venti secondi perchè col freddo e le nevicate diventa un mattone refrattario, se lo fa, ha pranzo e cena gratis tutto l’anno, mangiare all’esterno in questi posti è una stupidaggine”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA