MILANO & EXPO/ Alla (ri)scoperta della città

- Marcella Manghi

MARCELLA MANGHI e il resoconto del percorso “Il Duomo, il centro storico, il cibo dalla sotria ad Expo” organizzato dal Comitato Mi’mpegno in vista dell’esposizione universale del 2015

duomo_3_r439
Il Duomo di Milano (InfoPhoto)

Sabato 24 maggio 2014 si è svolto il percorso “IL DUOMO, IL CENTRO STORICO, IL CIBO DALLA STORIA AD EXPO” a cura del Comitato MI’MPEGNO in collaborazione con la Venerando Fabbrica del Duomo e Urban Center. Con l’aiuto delle guide della Veneranda Fabbrica del Duomo in due ore di percorso per il centro della città di Milano e attraverso alcuni dei suoi luoghi più significativi sono state rivissute vita, fatiche, dolori e bellezze di chi ci ha preceduto. Abbiamo voluto rivivere e ripercorrere luoghi carichi di storia e di vita perché il recupero della memoria storica – anche nei suoi momenti più drammatici – è la radice di un popolo e può diventare fattore di sviluppo per una nuova ripartenza e convivenza civile. Abbiamo così riscoperto la bellezza del Duomo ricco di simboli della vita quotidiana concreta, il fascino del mercato del verziere e di piazza Fontana, il vecchio ospedale maggiore gioiello di arte – ed ora adibito ad università e luogo di cultura – che aveva un sistema fognario innovativo per il suo tempo, la storica via Laghetto luogo di arrivo del marmo di Candoglia e terminale ultimo di un sistema di canali che collegavano Milano con le altre regioni, i resti della basilica di San Giovanni in piazza Missori, la Galleria di Vittorio Emanuele con la sua struttura a basilica ma luogo laico che con i suoi affreschi ci ricorda la vocazione internazionale di Milano, la bellezza di piazza della Scala e la ricca storia di palazzo Marino.  Abbiamo ritrovato quell’affascinante e continuo intreccio tra vita quotidiana, con tutte le sue fatiche e suoi i dolori,  e le espressioni più significative dell’arte, della carità e del fare. Abbiamo toccato con mano come l’arte nasce dalle necessità del vivere quotidiano e la storia di tutti i giorni diventa parte del vissuto di tutti noi nel momento in cui ritrova e manifesta la bellezza che c’è nella vita concreta dell’uomo. Abbiamo scoperto ad esempio che il Duomo non era solo luogo di culto, ma il centro di sviluppo e di incontro della vita dei milanesi. Anche Expo con il suo progetto ci ricorda che l’organizzazione per il reperimento e la distribuzione delle risorse alimentari è il perno attorno cui ruota la vita quotidiana dei cittadini e si sviluppano le idee politiche di maggior impatto sociale.  Il percorso “IL DUOMO, IL CENTRO STORICO, IL CIBO DALLA STORIA AD EXPO” è stata l’occasione di sperimentare come la cultura può diventare un fattore di sviluppo e di aggregazione e il turismo sia un momento di compenetrazione nella vita, nella storia e nella cultura di un popolo, come testimonianza di ciò che l’individuo è o vuole essere nella sua dimensione storica concreta. Il Comitato MI’MPEGNO intende continuare a dedicare particolare attenzione alla valorizzazione del territorio e della storia del popolo milanese: per questo motivo crediamo che EXPO 2015 e la promozione dei suoi eventi rappresenti un’opportunità per valorizzare il territorio e le tradizione milanesi, con le eccellenze che da sempre la caratterizzano nel mondo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori