Monica e Giovanna, Sopravvissute/ Marito violento e compagno manipolatore: denunciati

- Emanuela Longo

Monica e Giovanna: le loro storie oggi a Sopravvissute. Un marito violento ed un fidanzato manipolatore, tra insulti e dipendenza affettiva

monica sopravvissute 640x300
Monica, Sopravvissute

I casi di Monica e Giovanna saranno al centro della nuova puntata di Sopravvissute, la trasmissione in onda nella seconda serata di Rai3 condotta da Matilde D’Errico. La storia di Monica è quella di tante donne che dopo il sogno di un matrimonio felici scoprono ben presto di ritrovarsi a vivere in una vera e propria prigione. Il marito le rende la vita impossibile con continui insulti, reiterati scatti d’ira, minacce, maltrattamenti e perfino manipolazione economica. Il vero dramma è rappresentato dal fatto che ben presto l’uomo violento inizierà anche a rendere la vita impossibile alle figlie che iniziano a crescere con il terrore della figura paterna.

Monica e le figlie trascorrono anni all’insegna della infelicità ma solo dopo l’ennesima violenta lite Monica trova il coraggio, finalmente, di dire basta. In quella occasione il marito la minaccia con un coltello e solo allora la donna decide di chiamare i Carabinieri. Solo grazie all’aiuto di un centro antiviolenza, Monica e le figlie riescono a lasciare la casa coniugale. Quando credeva di essere uscita dall’incubo però, l’uomo inizierà a perseguitarla e solo dopo una infinità di denunce sarà finalmente posto fine a quell’inferno.

MONICA, LA SUA STORIA A SOPRAVVISSUTE

Monica ha raccontato la sua storia fatta di violenze e paure ai microfoni di Sopravvissute dove ha raccontato solo una parte delle violenze fisiche e psicologiche subite dal marito. Dopo la violenza economica e gli insulti infatti, ad un certo punto inizia anche la violenza fisica. La donna ha rammentato le prime volte in cui ciò è accaduto, asserendo: “Quasi da subito, quando praticamente poi aveva questi scatti d’ira, mi spingeva, già dai primi momenti del matrimonio”, ha dichiarato. Monica veniva inseguita fino in bagno dove le si chiudeva lasciandosi la porta alle spalle “perché il bagno era il mio rifugio”, ha svelato parlando con la padrona di casa della trasmissione di Rai3, Matilde D’Errico. “Tra un po’ mi buttava giù la porta”, ha aggiunto la donna, “perché magari io non rispondevo e lui mi diceva ‘tu sei una maleducata, devi rispondermi'”. Non mancavano gli episodi nei quali l’uomo la spingeva prendendola a calci nel corridoio.

LA STORIA DI GIOVANNA

La seconda storia al centro della nuova puntata di oggi di Sopravvissute sarà quella di Giovanna. All’età di appena 16 anni, subisce violenza fisica e psicologica da parte di un compagno di classe che inizialmente era riuscito a celare la sua vera natura dietro una maschera del bravo ragazzo. Molto presto però verrà a galla il suo vero essere ed il suo carattere violento ed al tempo stesso manipolatorio del quale Giovanna ne rimarrà molto presto vittima. Poco alla volta quel rapporto porta ad allontanare la giovane dal resto del mondo. Il ragazzo riesce a tenerla lontana dai suoi amici e crea un universo in cui sono compresi solo loro due. Lui prende completamente il controllo della sua vita al punto da dirle anche come vestirsi, chi frequentare, impedendole perfino di usare i social. Suo malgrado, Giovanna non riesce a capire di stare cadendo letteralmente in una spirale di inaudita violenza. Solo dopo aver scoperto che il ragazzo chattava con altre giovani, Giovanna prende finalmente la decisione giusta, quella di lasciarlo. Pochi giorno dopo, mentre cerca un chiarimento, lo trova abbracciato ad un’altra. La reazione del ragazzo sarà particolarmente violenta tanto da aggredire Giovanna la quale, grazie all’aiuto della famiglia riuscirà a denunciare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA