Montesano: “Cortei no Pass dan fastidio? Faremo uncinetto!”/ “Sciarpetta per Draghi”

- Alessandro Nidi

Enrico Montesano ha commentato la decisione del governo Draghi di proibire i cortei no Green Pass: “Faremo la maglia fuori da palazzo Chigi”  

Enrico Montesano, "One Man Show"
Enrico Montesano, "One Man Show" (Facebook, 2019)

Enrico Montesano, popolare attore salito alla ribalta delle cronache negli ultimi mesi per i suoi video su Facebook di critica nei confronti del vaccino anti-Covid, è tornato a parlare nelle ultime ore. L’ha fatto ai microfoni dell’agenzia stampa Adnkronos, per commentare ufficialmente la decisione del governo di vietare i cortei dei no Green Pass, ammettendo solo la possibilità di fare dei sit-in fuori dai centri storici. Le parole di Montesano sono state le seguenti: Cortei no, danno fastidio! Piazze precluse, transennate e bloccate con dissuasori di cemento! Credo che d’ora in poi faremo veementi proteste facendo la maglia e l’uncinetto davanti a Palazzo Chigi”.

Poi, un pizzico di ironia sul palinsesto delle proteste future, per smorzare i toni e provare a riportare un po’ di serenità in un clima di tensione e di spaccatura: “Faremo la protesta ‘na sciarpetta a Draghi’, ‘na mantellina alla Lamorgese’, ‘no zuccotto per Speranza’”. Insomma, tutti pronti a mettere mano agli attrezzi del mestiere e a sferruzzare en plein air, così da confezionare a mano i regali di Natale per gli esponenti del governo…

ENRICO MONTESANO: “NON SONO NO VAX, VI SPIEGO…”

Approfittiamo di questa intervista dell’agenzia Adnkronos per provare anche a fare chiarezza sulla posizione di Enrico Montesano in riferimento alla tematica Coronavirus e alla campagna vaccinale, che, come anticipato in precedenza, è spesso finita al centro dei suoi filmati sui social. A dissipare qualsiasi dubbio di sorta, con la sua consueta schiettezza, è stato il diretto interessato, recentemente intervistato dai colleghi de “La Verità” proprio in merito alle sue personali convinzioni in ambito pandemico ed emergenziale.

“Io no vax – ha esordito l’attore –? Siamo di fronte a una definizione di comodo, propagandistica. Mi danno anche del negazionista, non lo sono. Sono un dubbioso, ecco. I vaccini li ho fatti, in passato, perché era chiaro che i benefici fossero maggiori dei rischi. Oggi ho paura”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA