Volkswagen condannata per la prima volta a rimborsare un’auto

- Marina Marinetti

Per la prima volta in Germania una sentenza condanna la casa automobilistica a rimborsare al cliente privato il prezzo pagato per la propria auto. La causa patrocinata da Roger & Ulbrich

Skoda_Pressenstrasse.jpg.x_1163.y_1900.trans
Lo staff dello stabilimento Skoda in Repubblica Ceca

Si apre un nuovo capitolo – l’ennesimo – nella saga del dieselgate. Se fino ad ora Volkswagen era stata condannata a rimborsare soltanto alcuni concessionari, ora la casa automobilistica potrebbe essere obbligata a rimborsare direttamente i privati. È di questi giorni, infatti, la notizia della sentenza di condanna emessa contro il costruttore di Volksburg da parte del tribunale di Hildesheim, in Bassa Sassonia. A patrocinare la causa intentata da un cliente Volkswagen, lo studio legale Roger & Ulbrich, con sede a Koln, Dusseldorf e Monaco. I legali sono riusciti a convincere il giudice a condannare la casa automobilistica a rimborsare il proprio cliente per l’acquisto di un modello Skoda coinvolto nello scandalo del dieselgate. La notizia ha suscitato parecchio scalpore perché, secondo il quotidiano tedesco Bild Zeitung, si tratterebbe della prima volta nella storia che una causa in Germania ha successo contro Volkswagen.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori