AMY WINEHOUSE/ “Body and Soul”, esce il duetto inedito con Tony Bennett. Le vere cause della morte

- La Redazione

In occasione del suo 28esimo compleanno, il 14 settembre, viene pubblicato un duetto inedito di Amy Winehouse insieme al cantante jazz Tony Bennett e anche un videoclip

winehouser400
Foto Ansa

Fra due giorni, il 14 settembre, Amy Winehouse avrebbe compiuto 28 anni. Per ricordare l’evento della cantante tragicamente scomparsa, viene pubblicata una delle sue ultime incisioni ancora inedite, il duetto con il leggendario cantante jazz Tony Bennett, il brano Body and Soul. Non solo: sarà reso pubblico anche il videoclip ufficiale, una delle ultime testimonianze di Amy Winehouse impegnata a cantare. Il duetto è nato da una idea dello stesso Tony Bennett, grande ammiratore della cantante inglese, che l’ha voluta per prendere parte appunto a un disco di duetti, “Duets II” che uscirà il 20 settembre. Fra gli altri artisti di livello mondiale presenti nel cd, oltre a Amy Winehouse, Andrea Bocelli, Michael Bublè, Natalie Cole, Sheryl Crow, Josh Groban, Norah Jones, John Mayer; Mariah Carey, Alejandro Sanz e altri. L’incisione di Body and Soul risale allo scorso 23 marzo, avvenuta negli storici studi di Abbey Road a Londra, quelli resi famosi dai Beatles. Per Tony Bennett,  “Amy Winehouse ha un senso innato per il jazz”. Amy sempre secondo Bennett, era una delle artiste più determinate e professionali con cui abbia mai collaborato, piena di talento e molto spontanea. Concludendo il suo sentito ricordo con queste parole. “E’ stato davvero bello registrare insieme a Amy e lei è stata molto felice di farlo. Penso sia stata assolutamente magnifica e che questa incisione catturi l’essenza della sua unicità come artista. Era veramente un talento  raro”. I ricavati delle vendite del brano andranno alla Amy Winehouse Foundation, voluta dal padre della cantante, ente benefico che si occuperà di aiutare giovani in difficoltà e bambini con problemi di salute o che vivono in ospizi.  E a proposito del padre, proprio in questi giorni ha commentato nuovamente quelle che secondo lui sono le vere ragioni della morte della figlia. Secondo Mitch Winehouse, Amy sarebbe morta per un eccesso di disintossicazione dall’alcol. La figlia, ha detto, aveva smesso di drogarsi nel 2008, ma aveva seri problemi con il bere. Nel tentativo di smettere, avrebbe applicato una cura di astensione dagli alcolici così severa e rigida, e soprattutto improvvisa, che avrebbe causato uno scompenso cerebrale, come avviene in casi analoghi. 

Purtroppo, ha commentato l’uomo, Amy era eccessiva sia nel bere che nel cercare di smettere. Il video di Body and Soul sarà trasmesso in esclusiva il prossimo 14 settembre sui canali di Mtv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori