BLUR/ In Italia per due concerti a luglio, Milano e Roma. I biglietti e le info

- La Redazione

Tornano a esibirsi in Italia dopo anni di assenza i Blur, una delle più importanti band inglesi degli ultimi anni. I concerti a Roma e a Milano, i biglietti in prevendita

blur_R439
Blur

Una reunion a cui non in molti credevano davvero. Eppure il gruppo inglese che negli anni novanta divise con gli Oasis il titolo di miglior band della nuova scena bit pop sta per riprendere i concerti. E saranno in Italia per due attesissimi concerti uno a Milano il 28 luglio e uno a Roma il giorno dopo, rispettivamente al City Sound Ippodromo del galoppo e a Rock in Roma Ippodromo delle Capanelle. I biglietti per i due eventi vanno in vendita a partire dall’8 febbraio prossimo al costo per entrambi gli show di 40 euro più diritti di prevendita. Una occasione uni adunche per rivedere in azione i protagonisti di una delle stagiono più brillanti della musica inglese recente. 

I BLUR nella formazione in cui li conosciamo nascono a Londra nel 1989 quando la band firma con la FOOD/EMI. L’album di debutto LEISURE (1991) sancisce la nascita di una band dalle sonorità pop ma caratterizzata da un’originale eccentricità art-punk. Il loro suono dà il via ad una vera e propria rivoluzione nella musica pop inglese. Il secondo album Modern Life Is Rubbish reintroduce l’idea che il rock inglese può essere ancora potente e influente e quando esce il terzo lavoro Parklife nel 1994, oramai il resto della Gran Bretagna è conquistata e stregata dal quartetto.

The Great Escape (1995) rifinisce il suono del Britpop ma i Blur sono ormai oltre il movimento che hanno creato. Nel 97 esce Blur un lavoro totalmente diverso dai precedenti, dal suono rumoroso, strascicato, totalmente non inglese nello stile. Ed il seguito del 1999, 13 segna un’avventura ancora più radicale e innovativa grazie alla capacità del produttore William Orbit di stipulare una tregua tra il punkpop e la moderna tecnologia.

Il settimo album Think Tank (2003) è il primo lavoro di una trilogia che vede la luce dopo la temporanea uscita del chitarrista Graham Coxon e che presenta una varietà eclettica di ritmi, trame sonore e melodie gloriose.
Nel 2009 i Blur tornano alla formazione originaria per suonare una serie di show in Gran Bretagna, tra cui 2 mitici concerti sold out ad Hyde Park e uno show indimenticabile a Glastonbury. Un film sul quartetto, No Distance Left To Run, viene realizzato nel 2012.

All’inizio di quest’anno i Blur scrivono due brani in occasione della loro apparizione alla chiusura dei Giochi Olimpici. I Brani ‘The Puritan” e ‘Under The Westway” sono stati lanciati live su twitter con un video in streaming da un terrazzo di Londra.

A 21 anni dall’uscita del loro album di debutto Damon Albarn, Graham Coxon, Alex James e Dave Rowntree arrivano in Italia per 2 concerti davvero imperdibili nell’ambito di una serie di date tra cui ricordiamo il Primavera Festival, il festival belga Rock Werchter, lo Sziget ed il Coachella. Per informazioni www.dnaconcerti.com
http://www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
info@dnaconcerti.com
https://twitter.com/dnaconcerti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori