Analisi / Testo canzone di Annalisa “Una finestra tra le stelle”, Festival di Sanremo 2015

- La Redazione

Annalisa, l’analisi del testo di “Una finestra tra le stelle“, la sua canzone per questo Festival di Sanremo 2015. Il commento e l’analisi del brano in gara sul palco dell’Ariston.

annalisa-sanremo_R439
Annalisa

Nel 2013 il suo esordio al Festival di Sanremo, Annalisa si classificò nona. Era stata lanciata dal talent show Amici dove aveva partecipato per due volte. Quest’anno presenta al Festival di Sanremo 2015 la canzone “Una finestra tra le stelle”. Si tratta di una classica canzone d’amore, piena di luoghi comuni e frasi che definiscono il rapporto tra due amanti a base di sensazioni ed emozioni fisiche e dell’anima, frasi da Baci Perugina insomma. Una canzone leggera e innocua, come vuole il festival di Sanremo, dove le emozioni e i battiti di cuore sono sempre apprezzati. Ad esempio “è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio”, “baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore solo se mi baci te”. La canzone poi contiene pochi versi, sostanzialmente ripete daccapo le stesse cose, cercando di descrivere questo volersi bene: “Cambio faccio cambio modo di pensare Se una goccia di una lacrima versata Ti accarezza il viso mentre ridi e dici Che è la pioggia Ed è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio Riesco a sentire anche il profumo della notte Mentre continui a sorprendermi Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo Da dividere con me E in un istante ti ho regalato il mondo”. Concludendo: “solo se mi baci te e non sentire bisogno più di niente”, l’amore cioè come un nascondiglio che cancella tutto il resto. Fino a quando l’amore dura, naturalmente. (Paolo Vites)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori