LO STATO SOCIALE / La band bolognese presenta il prossimo album e si prepara al Festival di Sanremo

- Annalisa Dorigo

Lo Stato Sociale presenta il suo nuovo album ‘Primati’ in uscita il 9 febbraio e si prepara a partecipare al Festival di Sanremo 2018 con ‘Una vita in vacanza’.

lo_stato_sociale_instagram
Lo Stato Sociale

Lo Stato Sociale parteciperà al Festival di Sanremo 2018, presentando il suo nuovo singolo ‘Una vita in vacanza’, brano che verrà inserito nell’album ‘Primati’ in uscita il 9 febbraio. Il progetto è particolarmente ambizioso e avrà come obiettivo quello di allargare il bacino di utenza della band bolognese. Sarà composto da tre inediti (oltre al singolo di Sanremo, ci sarà anche ‘Fare mattina’ e ‘Facile’) oltre che da 13 brani che hanno caratterizzato il percorso del gruppo fino ad ora. TgCom 24 ha incontrato i prossimi partecipanti alla famosa kermesse canora, ai quali ha chiesto qualche dettaglio in più sul nuovo progetto discografico a partire dal titolo che non è certo casuale: “Intanto siamo stati i primi in tante cose: la prima band indipendente della propria generazione ad esaurire in un tour tutti i più grandi club italiani, la prima a riempire un palasport, la prima ad imporre prezzi popolari nei grandi eventi, la prima a superare il mezzo milione di fan su Facebook, la prima a mandare un singolo al primo posto in classifica e molte altre ancora. E poi vogliamo ricordare a tutti che soprattutto siamo delle scimmie”.

Lo Stato Sociale e l’importanza di essere indie

Nell’intervista a TgCom 24, Lo Stato Sociale spiega per quale motivo ha deciso di riproporre nel nuovo album il singolo ‘Sono così indie’ nel decimo anniversario della sua presentazione: “Essendo molto legato all’attualità, abbiamo deciso di rifare completamente nel testo, pur con la stessa voglia di prendere e prenderci in giro”, spiegano alcuni membri della band che esprimono la loro soddisfazione per avere coinvolto in questo progetto anche volti noti quali Jovanotti, Mara Maionchi, Nina Zilli e J-Ax. Ma cosa significa davvero per loro essere indie? La spiegazione non può che essere ironica, come la hit da loro scritta: “Tutto e niente (…) A noi non piacciono le gabbie per poi indie significa essere liberi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori