Nino Castelnuovo e Paola Pitagora/ Sono “I Promessi Sposi” di Sandro Bolchi

- Emanuele Ambrosio

Nino Castelnuovo e Paola Pitagora sono tra i protagonisti della puntata di Techetechetè dedicata a I Promessi Sposi su Raiuno

Nino Castelnuovo e Paola Pitagora
Nino Castelnuovo e Paola Pitagora

Nino Castelnuovo e Paola Pitagora sono tra i protagonisti della puntata speciale di Techetechetè in onda oggi, lunedì 24 agosto 2020, come sempre nella fascia preserale di Raiuno. Il programma di video-frammenti di successo della Rai questa sera è pronto a celebrare ed omaggiare uno dei romanzi più importanti della letteratura italiana. Si tratta de “I Promessi Sposi” scritto da Alessandro Manzoni e pubblicato in una prima versione nel 1827 e successivamente nella versione definitiva fra il 1840 e il 1842. Considerato il romanzo più famoso e più letto della lingua italiana, “I Promessi Sposi” sono spesso stati oggetto di trasposizioni cinematografiche, ma anche di sceneggiati televisive e parodie. Se da un lato quella del Trio Marchesini Solenghi Lopez è una delle più viste di sempre, non è da meno lo storico sceneggiato del 1967 diretto da Sandro Bolchi con Nino Castelnuovo e Paola Pitagora. I due attori sono rispettivamente Renzo Tramaglino e Lucia Mondella in un teleromanzo forse da un lato meno ipnotico, ma validissimo da un punto di vista didattico, per la fedeltà al testo e grazie alle introduzioni di Giancarlo Sbragia.

Nino Castelnuovo e Paola Pitagora sono Renzo e Lucia ne I Promessi Sposi

I Promessi Sposi” di Sandro Bolchi sono tra gli sceneggiati più visti del piccolo schermo grazie anche all’interpretazione di Nino Castelnuovo e Paola Pitagora. Un’opera ancora oggi attuale che nel 1967 è stata trasmessa con grandissimo successo di critica e pubblico su Rai1. In quell’occasione a spiegare il contesto storico e sociale c’era lo sceneggiatore Riccardo Bacchelli con la complicità del narratore Giancarlo Sbragia. La storia raccontava si l’amore tra Lucia e Renzo, ma anche la vita della Lombardia del 1628 sotto la dominazione spagnola. L’amore tra Renzo Tramaglino e Lucia Mondella incontra non poche difficoltà per via di don Rodrigo pronto a tutto affinché “questo matrimonio non s’ha da fare, né domani, né mai”. A complicare il tutto anche la viltà di Don Abbondio a cui spetta il compito di minacciare i giovani amanti. Una storia d’amore d’altri tempi, ma che non ha mai perso la sua forza ed intensità che ha regalato la grandissima popolarità agli attori come ha raccontato la stessa attrice Paola Pitagora che, intervistata da Io Donna, ha dichiarato: “per I Promessi Sposi non volevano la Lucia angelicata, bensì una ragazza lombarda, operaia, che difende la sua dignità e i suoi affetti con l’aiuto della fede. Una chiave moderna. Andò in onda nel 1967”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA