Nuovo inno I M Inter/ Cecchetto: “Ai tifosi piace, se lo cantassero i giocatori…”

- Mauro Mantegazza

Nuovo inno I M Inter, ne parla Claudio Cecchetto, che si dice sicuro: “Ai tifosi piace” e vorrebbe che lo cantassero i giocatori, festeggiando lo scudetto

tifosi scudetto Inter
Scudetto Inter, festeggiamenti tifosi in Piazza Duomo a Milano (LaPresse, 2021)

Claudio Cecchetto ha firmato il brano celebrativo dello scudetto dell’Inter insieme allo speaker nerazzurro di San Siro, Mirko Mengozzi, e ad un altro celeberrimo cantante dal cuore interista come Max Pezzali, una nuova canzone che di fatto va ad affiancarsi a C’è solo l’Inter e Pazza Inter che – in modo più o meno ufficiale – sono i due “inni” dei nerazzurri. La nuova I M Inter fa parte di un progetto più ampio che ha compreso anche la revisione del logo dell’Inter, non a caso tutto si gioca attorno a I M, le iniziali di Inter Milano che naturalmente ricordano anche il verbo “io sono” in inglese. Claudio Cecchetto ne ha parlato a Tuttosport: “E’ nato tutto da Mirko (Mengozzi, ndR), la voce ufficiale di San Siro. C’era la musica, serviva un testo e l’abbiamo realizzato con Max (Pezzali, ndR), pensando sia al logo nuovo che alla dimensione internazionale del club. Come sta andando fra i tifosi? Benissimo. La concomitanza con lo Scudetto attira simpatia. Come successo per il nuovo stemma, che a me piace tantissimo, il cambiamento ha sempre bisogno di essere compreso e digerito”.

CECCHETTO PARLA DEL NUOVO INNO I M INTER

In effetti sul nuovo inno dell’Inter griffato Cecchetto-Mengozzi-Pezzali non c’è unanimità e La Gazzetta dello Sport aveva scritto che i tifosi nerazzurri non erano interessati a questo cambiamento. Ciò che mette d’accordo tutti naturalmente è lo scudetto, che ha creato l’entusiasmo necessario per vivere più serenamente anche queste piccole “polemiche di contorno”. A proposito di I M Inter, Cecchetto ha espresso il suo desiderio: “Mi piacerebbe che venisse cantato anche dalla squadra. Farei dei provini e poi sceglierei a chi dare una parte e a chi un’altra”. Ricoridamo che proprio i giocatori allora nerazzurri avevano cantato ai tempi Pazza Inter, mentre per C’è solo l’Inter la voce era indiscutibilmente quella di Elio. Vedremo dunque se la società arriverà a coinvolgere anche i calciatori campioni d’Italia come cantanti, di certo sarebbe curioso scoprire chi se la caverebbe bene anche davanti a un microfono…



© RIPRODUZIONE RISERVATA