Orietta Berti “Covid? Dolori fortissimi”/ “Tac e risonanze: importanti conseguenze”

- Anna Montesano

Orietta Berti, a Il Messaggero, racconta le pesanti conseguenze accusate a causa del Covid: “Tac e risonanze magnetiche, forti dolori”

orietta berti
Orietta Berti a Domenica In

In una lunga intervista al Messaggero, Orietta Berti ha parlato non solo di ultimi successi e impegni musicali, ma anche dei problemi accusati per colpa del Covid. Il prossimo 3 agosto farà la vaccinazione: “Una dose sola, perché ho ancora gli anticorpi: come noto, io il Covid l’ho avuto già a dicembre. Si contagiò anche mio marito Osvaldo: stette malissimo.” ha raccontato la cantante. Il Covid le ha però portato importanti conseguenze: “Dolori fortissimi alla schiena: Che succede?’, pensai dopo le prime fitte. Ho fatto tac e risonanze magnetiche: alla fine i medici mi hanno spiegato che sono le conseguenze del Covid. Col tempo questi dolori dovrebbero andar via. Me lo auguro. Perché le fitte arrivano all’improvviso e mi costringono a sedermi e ad aspettare che passino.” ha ammesso. Così ha lanciato un messaggio ai giovani: “devono capire che vaccinandosi proteggono anche le persone della mia età, più vulnerabili di fronte ad un virus come questo”.

Orietta Berti e il successo di Mille: “I miei 45 giri vendevano tantissimo, qui invece…”

Dal Covid al successo avuto con Mille, tormentone estivo che canta con Fedez e Achille Lauro. “È nato tutto come un gioco. Devo ringraziare Fedez perché ha insistito affinché io la cantassi. – ha raccontato Orietta Berti – Ci siamo conosciuti a Sanremo: Orietta, ho una canzone estiva perfetta per te’. Quando mi ha detto che ci sarebbe stato anche Achille Lauro ho esultato: Bene, abbiamo fatto un terno al lotto’. Fedez mi ha mostrato anche la copertina del singolo: Ma che l’hai fatta a fare? Il 45 giri mica esce…’, gli ho risposto”. Così, con ironia, ha concluso: “I miei, di 45 giri, vendevano tantissimo. Fin che la barca va’ arrivò a 9 milioni. Con Mille’ non vedo ancora niente…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA