Paola Di Benedetto accusata di furto:“Non sono stata io”/ Ma è uno scherzo delle iene

- Melania Cacace

Le Iene fanno uno scherzo a Paola di Benedetto: dopo la vicenda del furto di Marco Carta, ora è lei ad essere accusata di rubare magliette nei negozi…

Paola Di Benedetto
Pubblicità

Paola di Benedetto e lo scherzo della iene

Come dimenticare l’accusa di furto delle magliette, che poco tempo fa ha incastrato il cantante Marco Carta? Torielli de Le Iene fa uno scherzo a Paola di Benedetto, ispirandosi proprio a questa vicenda. Mentre “Madre Natura” si trova in un negozio di Riccione, impegnata nel provare dei costumi da bagno per uno shooting, la sua manager si mette nella borsa scarpe e vestiti. All’uscita ovviamente scatta l’allarme al metal detector e Paola – in evidente imbarazzo – passa subito a discolparsi “Io non sono stata assolutamente!”. Alla fine le due donne vengono lasciate andare e l’ex Madre Natura di “Ciao Darwin” entra in macchina convinta che fosse stato tutto un equivoco. Ma inaspettatamente, la sua manager – in preda alle lacrime – confessa che è stata lei a commettere il furto. La Di Benedetto è scioccata, e addirittura unisce le mani in segno di preghiera, tant’è che senza risparmiare la collaboratrice sbotta:“Ti devi far curare!”. Successivamente, arrivati a destinazione, dopo una breve intervista Paola riesce a fare il suo shooting e quasi si dimentica dell’accaduto. Ma ecco che Le Iene incalzano con lo scherzo: il negozio, luogo del misfatto, ha chiamato la polizia. Paola a questo punto è completamente scioccata, e seccata urla “Figure di m**** non ne faccio!”, di tutta risposta la manager – complice perfetta –  infierisce: “Diremo che le cose rubate sono le tue!

Pubblicità

Paola di Benedetto: l’accusa della polizia…

L’autista comincia ad accusare Paola di Benedetto seriamente, nonostante i suoi continui “Non sono stata io!”. La Di Benedetto a questo punto crolla e a stento riesce a trattenere le lacrime. Come se non bastasse, la polizia arriva in villa, e l’ex madre natura – ancora in costume – va a cambiarsi. Il “Commissario Capo Morabito” mostra alle donne i filmati fatti dalle telecamere del negozio, e nella borsa della presunta ladra trova tutto ciò che manca dagli scaffali. La Di Benedetto pensa che il video la scagioni, ma in realtà il poliziotto la accusa ugualmente:“Lei è complice del furto!”. Disperata, Paola chiama suo padre per farsi consigliare un bravo avvocato e nel frattempo, la stampa è già arrivata alla villa per immortalare la “colpevole”. La giovane donna, praticamente in preda al panico, si sfoga col finto giornalista e addirittura getta il suo microfono in piscina. Finalmente, dopo quasi un’ora di torture, Torielli fa irruzione nella villa e salva Paola da una probabile crisi isterica. La ragazza, che finalmente può sfogarsi, tra un sorriso e una lacrima di nervosismo inveisce contro Le Iene e abbraccia – o quasi affoga – la sua “amata” manager.  Video di Le Iene: Lo scherzo a Paola di Benedetto 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità