Paolo Belli “Sono un privilegiato”/ “Io in Rai? Lo sognavo da bambino!”

- Anna Montesano

Paolo Belli, ospite a Estate in diretta, racconta il suo sogno di lavorare in Rai: “Oggi sono un privilegiato, faccio quello che sognavo da bambino”

paolo belli ciao maschio rai 2021 640x300
Paolo Belli (Ciao Maschio)

Paolo Belli è l’ospite della nuova puntata di Estate in diretta. Il cantante, musicista, conduttore, ripercorre con Roberta Capua i momenti salienti della sua carriera, ammettendo “Io sono un privilegiato, sono uno che sognava da bambino di lavorare in Rai.” Un percorso che, infatti, è diventato poi quello della sua vita: “Ho la fortuna di fare ora questo, – ha quindi continuato, aggiungendo che, proprio in merito alla sua storia e al percorso che lo ha portato in Rai – la gente non conosce tutta la verità.” Ha perciò tenuto a chiarire che “Quì esistono persone straordinarie che quando mi esibisco mi sostengono sempre. Sei messo in condizione sempre di fare bene quello che volevo fare da bambino.” Tante sono state, d’altronde, le canzoni che Paolo Belli ha portato al successo. Dopo averne regalato un medley al pubblico di Rai 1, ha parlato di “Siamo la fine del mondo”.

Paolo Belli: “Roberto Mancini? Conosciuto a Ballando con le stelle, ottimo ballerino!”

“La canzone ‘Siamo la fine del mondo’ racconta che solo noi possiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo.” ha dichiarato Paolo Belli, ricordando che è “Dedicata all’Italia, ogni volta che giocava, mi sentivo una sorta di responsabilità addosso.” La canzone è stata scelta da Roberto Mancini, ha spiegato Paolo Belli: “Io e Roberto ci siamo conosciuti a Ballando con Le Stelle. Tra l’altro un grande ballerino.”, ha raccontato. “Quando abbiamo deciso di incidere questa canzone abbiamo pensato proprio ad un urlo liberatorio per tutti.” ha allora concluso, ricordando il preciso momento con Roberta Capua a Estate in diretta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA