Paolo Bonolis “Freddie Mercury voleva stare con me”/ “Mio problema con la balbuzie..”

- Hedda Hopper

Paolo Bonolis “Freddie Mercury voleva stare con me”, le rivelazioni del conduttore tra vita privata, sogni e aneddoti: “Mio problema con la balbuzie..”

paolo bonolis domenica in 640x300
Paolo Bonolis, Domenica In

Paolo Bonolis è tornato alla conduzione di Avanti un altro con successo, come sempre, e andrà avanti fino alle vacanze, o almeno così sembra, portando a casa un’altra edizione con ottimi numeri. La sua conduzione, in coppia con Luca Laurenti, continua ad essere premiata e anche questa volta sarà così proprio come lui stesso ha evidenziato in una lunga intervista rilasciata a Il Messaggero in cui continua a ringraziare, in qualche modo, il suo compagno di viaggio in grado sempre di alleggerire la sua vita e anche questo suo stare in tv: “Molti pensano ma c’è o ce fà? In realtà c’è. Legge la vita diversamente da noi, mi snellisce la vita con l’imprevedibilità. Io non so mai cosa fa. E’ la mia via di fuga, Luca”. Con questa ennesima dichiarazione d’amore che spazza via, se ce ne fosse ancora bisogno, i dubbi sulla loro amicizia o le loro possibili liti. Ma nella lunga intervista, Paolo Bonolis parla anche di una cosa che rende pesante la sua vita ovvero quello che è successo alla figlia Silvia: “Le sue problematiche di salute, a 18 anni, il problema persiste ma con il suo sorriso è facile affrontarlo”.

Paolo Bonolis “Freddie Mercury voleva stare con me”

Ma poi con Paolo Bonolis si torna a sorridere quando parla della sua abilità da calciatore svelando di essere stato chiamato “anche all’estero” per via del suo piede d’oro ed è stato proprio in quel frangente che ha conquistato anche Freddie Mercury: “Mi fece capire che voleva trascorrere tempo con me ma io gli ho fatto capire che non volevo. Mi chiese il mio indirizzo, gli diedi quello di mia madre”. E i suoi sogni? La libertà di tornare a viaggiare per lanciarsi in una Panamericana di quattro mesi in camper con i suoi figli. Infine, il conduttore, in questa lunga intervista rilasciata a Il Messaggero, torna a parlare del suo problema con le balbuzie: “Facevo solo interrogazioni scritte, mi partiva la zagaglia… mio padre mi aiutava a ironizzarci sopra, mi dicevi scrivi che è meglio..”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA