Parlamentare positivo al test sierologico/ Prestigiacomo a Le Iene: “avuta influenza”

- Dario D'Angelo

Un parlamentare è risultato positivo al test sierologico rapido, il famoso “pungidito”, condotto da Le Iene: il coronavirus circola in Aula?

test sierologici 2020 iene
Test sierologico ai politici (foto Le Iene)

Le Iene sono andate fuori il Parlamento accompagnati da un medico specializzato per richiedere ai deputati e parlamentari di sottoporsi al test sierologico per Coronavirus. Tra tutti i parlamentari che hanno accettato c’è anche Stefania Prestigiacomo che è risultata positiva. La parlamentare rivela: “ho avuto una brutta influenza a marzo sia io, mio figlio e mio marito non abbiamo avuto il senso del gusto. Io ho fatto il sierologico, ma è risultato negativo”. Il medico delle Iene precisa: “IGG assenti, ma ti farei fare il quantitativo che è una metodica in più”. La Prestigiacomo allora come prima cosa ripete il test, che risulta ancora positiva così decide di chiamare il medico per sottoporsi al tampone. Nel pomeriggio la parlamentare ha chiamato alle Iene con il responso: “test e tampone erano negativo, invece il sierologico era positivo per l’IGG. Quando sono rientrata in Sicilia e ho fatto fare il test sia a mio marito che mio figlio e sono risultati positivi tutti e tre”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Parlamentare positivo al test sierologico: Coronavirus circola in Aula?

Un parlamentare è risultato positivo agli anticorpi del coronavirus dopo essersi sottoposto al test sierologico rapido, l’ormai famoso “pungidito”, su proposta de Le Iene Show. Nel servizio che questa sera la trasmissione di Italia Uno manderà in onda a partire dalle 21:10, Stefano Corti e Alessandro Onnis con la collaborazione di un medico hanno chiesto a deputati e senatori italiani che cosa ne pensassero dell’esame sierologico che rapido che attraverso il prelievo di una goccia di sangue è in grado di dire con una certa attendibilità, e nello spazio di pochi minuti, se il soggetto abbia sviluppato o meno gli anticorpi al coronavirus: in caso affermativo, significa che in qualche modo la persona è stata contagiata. Interpellati sull’utilità di questo test, praticamente tutti si sono detti favorevoli, ma quando gli è stato chiesto di sottoporsi all’esame…

PARLAMENTARE POSITIVO AL TEST SIEROLOGICO: IENE, “CORONAVIRUS CIRCOLA IN PARLAMENTO?”

Non tutti i parlamentari che avevano sottolineato l’importanza del pungidito ha deciso di prestarsi al test sierologico rapido proposto da Le Iene e praticato seduta stante dal medico al seguito degli inviati Mediaset. Polemico Vittorio Sgarbi: “In questa caz*o di Aula fino al 22 aprile non era obbligatoria la mascherina. Sono dei cogl*oni. Qui nessuno ci ha proposto di fare dei test”. Come si evince dalle anticipazioni del servizio che andrà in onda questa sera, i risultati dei parlamentari che hanno accettato di sottoporsi all’esame sono stati tutti negativi, ad eccezione di un positivo agli anticorpi del Covid-19. È possibile che il coronavirus stia circolando liberamente all’interno del nostro Parlamento? In realtà è bene fare una distinzione: gli anticorpi si differenziano in IgM e IgG. I primi appaiono nella fase iniziale, solitamente al 4°-6° giorno dalla comparsa dei sintomi, segno che la malattia è ancora recente e potenzialmente in corso. Gli IgG invece vengono prodotti più tardi (9°-12° giorno) e suggeriscono un’infezione più datata, risultando indicativi dell’immunità. Il parlamentare potrebbe essere dunque risultato positivo agli anticorpi ma non essere più contagioso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA