Partorisce gemelli, ma non sono suoi/ Errore durante fecondazione: devono restituirli

- Silvana Palazzo

Mamma partorisce gemelli, ma non sono suoi: incredibile errore durante la fecondazione in vitro. Ora la coppia deve restituirli: sono di altre due coppie

ecografia gemelline cina yt
Ecografia gemelli

Non vedeva l’ora di dare alla luce i suoi figli e diventare mamma, ma dopo aver partorito ha dovuto consegnare i suoi bambini perché non erano suoi. Una vicenda a dir poco incredibile quella avvenuta a New York, dove una clinica per la fertilità è finita nei guai per un errore nella fecondazione in vitro a cui si era sottoposta. La coppia si era rivolta alla società CHA Fertility Center, con sede a Los Angeles, per avere un bambino.ì, investendo più di 100mila dollari nel loro sogno di diventare genitori. All’inizio del 2018 la clinica ha raccolto lo sperma del marito e gli ovuli della moglie. Il primo tentativo di trasferire un embrione non ha portato ad una gravidanza, ma al secondo tentativo la donna, di origine asiatica, è rimasta incita di gemelli. I problemi per la coppia sono sorti durante un’ecografia. Hanno appreso che i due gemelli erano maschi, ma non era possibile, visto che dei cinque embrioni euploidi, quattro erano di sesso femminile e solo uno maschile. Ma questo comunque non le era stato fecondato. La clinica si è inizialmente difesa spiegando che l’ecografia non era stata accurata, poi si è scoperto che la corrispondenza genetica era di una coppia diversa, che si era rivolta alla stessa clinica.

MAMMA PARTORISCE GEMELLI, MA NON SONO SUOI

La coppia dopo aver dato alla luce i due bambini si è resa conto che non avevano tratti asiatici, a conferma del terribile errore che era stato commesso. E ha quindi dovuto lasciarli ai loro genitori “genetici”. Nel frattempo hanno denunciato la clinica a cui si erano rivolti per avere figli. «I querelanti sono rimasti scioccati nello scoprire che quei bambini non si erano formati con il loro materiale genetico», riporta la CNN. Dal test del Dna è arrivata la conferma che i bambini non hanno alcuna parentela con la coppia che li ha dati alla luce, ma neppure tra loro. I due embrioni non appartengono alla stessa coppia, ma ad altra due. Ora si sta cercando di ricostruire quanto fatto dai medici per rilevare le responsabilità. Gli embrioni della coppia erano stati congelati, come documentato nei registri giudiziari. Ma per ragioni che vanno accertate, durante il trasferimento di embrioni nella fecondazione assistita avvenuta l’estate scorsa c’è stato un errore che ha portato al trasferimento di due embrioni di altrettante coppie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA