PASSEGGERA DIMENTICATA IN AEREO/ Si risveglia da sola al buio: “È stato un incubo”

- Dario D'Angelo

Passeggera si addormenta in aereo e viene dimenticata dall’equipaggio: risvegliatasi sola e al buio, è riuscita a liberarsi solo per un caso fortunato.

Immagini LaPresse, 2019
Passeggera dimenticata in aereo - LaPresse, 2019

Donna dimenticata in aereo dopo essersi addormentata durante il volo: se siete il tipo di persona che fremono per scendere non appena atterrati la vicenda di Tiffani Adams, vittima di una dimenticanza da parte della compagnia Air Canada non farà che accentuare la vostra naturale tendenza. Come riportato dal Corriere della Sera è stata la stessa passeggera a raccontare il suo calvario in un post su Facebook condiviso da una sua amica che è diventato virale nel giro di poche ore. Tiffani, che soffre di insonnia e ansia, ha chiuso gli occhi durante un volo di 90 minuti da Quebec City a Toronto: quando li ha riaperti, però, si è ritrovata da sola, al buio, senza elettricità, con il velivolo parcheggiato in un deposito. Centinaia di passeggeri erano stati scaricati senza che nessuno si accorgesse della donna che continuava a dormire sul suo sedile anziché scendere…

PASSEGGERA DIMENTICATA IN AEREO: SI RISVEGLIA SOLA E AL BUIO

La passeggera dimenticata in aereo ha così raccontato il suo incubo:”Mi sono svegliata verso mezzanotte (l’aereo è atterrato alle 22.40) ancora con la cintura allacciata. Ero nella più completa oscurità ed è stato terrificante. Pensavo fosse un brutto sogno, poi mi sono accorta che era reale”. Tiffani si è ritrovata “da sola, al buio e al freddo”: “Sono entrata nella cabina di pilotaggio e ho cercato di utilizzare il walky talky, che non ha funzionato, e di lanciare dei segnali Sos con una torcia, dal finestrino”. Quando ha visto che tutto ciò non aveva effetto, Tiffani ha tentato di aprire la porta per lanciarsi fuori dall’aereo: ma era troppo in alto. Da questa trappola è riuscita a salvarsi con impegno e fortuna: grazie ad una torcia trovata nell’aereo, la donna è riuscita a farsi notare da un addetto ai bagagli che stava passando proprio in quel momento. Dalla compagnia hanno ammesso l’errore e per scusarsi hanno offerto a Tiffani se volesse per caso usufruire di hotel e limousine. La donna ha rifiutato:”Non ho dormito molto dopo, continuavo a svegliarmi con l’ansia di ritrovarmi — di nuovo — da sola e al chiuso, in un posto buio”. Difficile darle torto…



© RIPRODUZIONE RISERVATA