Pensioni 2022/ Aperta la campagna REDEST per i pensionati all’estero

- Maria Melania Barone

Pensioni 2022, ecco come presentare il modello Redest 2022 per i pensionati residenti all’estero e cosa potrebbe acadere se ciò non avvenisse entro giugno.

mortalità covid pensioni
Lapresse

Che il governo Draghi si decida finalmente ad affrontare il nodo della riforma pensioni 2022, si rende noto che nel mese di giugno potrà essere consegnata ai patronati e ai consolati la richiesta dei trattamenti sociali INPS, per pensionati residenti all’estero attraverso la campagna Redest 2022.

Pensioni 2022: come presentare il modello Redest 2022

La sospensione delle prestazioni previdenziali assistenziali integrative legate al reddito potrebbero essere sospese per coloro che entro giugno non comunichino i modelli Redest cartacei.

Si tratta di un modello obbligatorio per legge così da rendere noti al fisco e i redditi relativi all’anno fiscale 2021. Tuttavia resta ancora in vigore la campagna Redest 2021, attiva per i redditi del 2020 per quanto concerne le modalità di accertamento e di tua le dei percettori di prestazioni collegate al reddito dei residenti all’estero.
Volta preparati i modelli, i patronati ai consolati dovranno verificare i requisiti e la conformità della documentazione, provvedere all’acquisizione dei dati.

Pensioni 2022: attiva anche la campagna RED

Inoltre attiva anche la campagna Red per i titolari di prestazioni collegate al reddito che residenti in Italia, queste comunicazioni Red si possono effettuare tramite i canali consueti vale a dire CAF ed enti di patronato abilitati in grado di fornire i servizi INPS on-line.

Il modello red va inoltrato attraverso le medesime modalità attive per il modello Redest esteri. Il modello RED tuttavia è destinato a coloro che percepiscono prestazioni legate al reddito e che necessitano di una costante verifica del requisito.







© RIPRODUZIONE RISERVATA