Pfizer: “Da 5 anni in su vaccino sicuro”/ Doppia dose, ma ridotta: lo studio

- Luca Bucceri

Pfizer e BioNTech hanno comunicato i risultati della sperimentazione del vaccino sulla fascia d’età 5-11 anni

ema terza dose
Il vaccino Pfizer-Biontech (LaPresse)

La sperimentazione del vaccino contro il Covid di Pfizer-BioNTech per i bambini dai 5 agli 11 anni si è conclusa e da giorni si attendevano i dati della causa farmaceutica sullo studio. Tramite un comunicato stampa l’azienda ha fatto sapere il siero anti-Coronavirus è sicuro e i risultati dei trial clinici condotti su oltre 4.500 bambini fanno ben sperare. Secondo Pfizer, che comunicato i numeri, il vaccino produce una robusta risposta di anticorpi contro il virus anche per i pazienti più piccoli.

Stando a quanto comunicato, la sperimentazione del vaccino Pfizer sui bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni ha permesso di capire quale dovrà essere il dosaggio da tenere in considerazione. Rispetto ai ragazzi sopra ai 12 anni e agli adulti infatti ai bambini basterebbe solo un terzo della dose, ovvero 10 microgrammi anziché 30. Continuità invece nel numero di dosi richieste, che resteranno sempre due e necessarie a 21 giorni di distanza. Dopo i test e la comunicazione dei dati si attende ora il parere della FDA.

Pfizer dai 5 agli 11 anni, i dati dello studio

Secondo quanto comunicato da Pfizer-BioNTech in merito alla sperimentazione del vaccino anti-Covid sui bambini tra i 5 e gli 11 anni gli effetti collaterali sono lievi, simili a quelli delle altre fasce d’età. I dati verranno sottomessi alle autorità regolatorie che dovranno guardare con attenzione a eventuali casi di miocardite avvenuti durante i test. Se l’esito sarà positivo verrà usato a partire da fine ottobre negli Usa, poi arriverà anche in Europa.

Ai test di Pfizer-BioNTech hanno partecipato circa 4.500 bambini tra 6 mesi e 11 anni in Usa, Finlandia, Polonia e Spagna, ma per ora le due aziende hanno diffuso i risultati solo della fascia fra i 5 e 11 anni. Tra novembre e dicembre arriveranno anche i risultati delle altre fasce, divisi in due tranche da 2-5 anni e poi 6 mesi-2 anni. Secondo quanto emerso entrambe hanno ricevuto una dose ancora più bassa, vicina ai 3 microgrammi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA