PHILIP MORRIS IMC/ La “rete” che aiuta l’alta formazione e le competenze sul lavoro

- Franco Saronno

Philips Morris International ha inaugurato un centro per l’alta formazione e lo sviluppo delle competenze legate a Industria 4.0 a Crespellano in provincia di Bologna

philip morris IMC CS1290 640x300

È una questione di competenze. Se non si trovano non si può fare impresa, fare innovazione o, semplicemente produrre. Per averle occorre contare sui centri che si occupano di formare i giovani o di aggiornare le figure professionali che, però, non sempre riescono a soddisfare le esigenze delle aziende. Oppure innovare, mettendo in rete la propria struttura con quelle locali, come ha scelto di fare Philips Morris International che ha inaugurato un centro per l’alta formazione e lo sviluppo delle competenze legate a Industria 4.0 a Crespellano in provincia di Bologna. 

Si chiama Philip Morris Institute for Manufacturing Competences (Imc) che sorge vicino al il Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, il sito produttivo del Gruppo, dove ha sede anche il Centro per l’Eccellenza Industriale inaugurato lo scorso ottobre, il più grande del mondo per innovazione per industrializzazione, innovazione di processo, ingegnerizzazione e sostenibilità. L’Imc è dedicato allo sviluppo delle competenze industriali del futuro, e sarà un punto di riferimento in Italia per la formazione continua e il trasferimento tecnologico. 

Le attività sono rivolte non solo alle persone che lavorano in tutte le affiliate internazionali di Philip Morris e nell’ambito della sua filiera, ma anche a tutto il mondo economico, imprenditoriale, dell’istruzione e della formazione, locale e nazionale. Per questo all’inaugurazione erano presenti una foltissima rappresentanza del mondo della formazione, dell’industria e della politica, locale e no che hanno animato tre panel di discussione sui temi della formazione. 

Nella realizzazione del Philip Morris IMC sono state coinvolte direttamente la Regione Emilia-Romagna, tra i coordinatori del progetto, l’Università di Bologna, i Politecnici di Bari e Torino il centro di competenza Bi-Rex, l’Its Cuccovillo di Bari, la Fondazione Its Maker, i centri di riferimento territoriali per l’innovazione tecnologica Almacube e Art-Er, l’incubatore di nuove idee imprenditoriali, Co-Start Villa Garagnani, oltre alla collaborazione di Confindustria Emilia Area Centro con la quale verranno organizzate a partire dall’autunno 2022 giornate di formazione dedicate agli operatori della filiera di Philip Morris in Italia e alle aziende del territorio, con un focus specifico per le piccole e medie imprese.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI





© RIPRODUZIONE RISERVATA