PIETRO MIGLIACCIO, MORTO NUTRIZIONISTA/ Moglie Maria Teresa Strumendo “rottura aorta”

- Davide Giancristofaro Alberti

Pietro Migliacco è morto, è scomparso improvvisamente nella notte a Roma il famoso dietologo a causa della rottura dell’aorta

pietro migliaccio yt 2020
Pietro Migliaccio (Youtube)

Era considerato un vero e proprio pioniere della divulgazione scientifica sul tema della sana alimentazione il prof Pietro Migliaccio, stimato nutrizionista e volto tv morto all’improvviso nella notte in seguito ad un grave evento: la rottura dell’aorta. A riferirlo, come spiega Corriere.it, è stata la moglie Maria Teresa Strumendo Migliaccio all’Ansa: “Il professore è stato impegnato in studio fino al tardo pomeriggio di ieri, poi verso le 19.00 ha accusato un dolore e ci siamo recati in clinica. Poi in ambulanza d’urgenza al Policlinico Umberto ma non c’è però stato nulla da fare”. Tuttavia, come confermato dalla moglie, niente avrebbe lasciato presagire quello che poi sarebbe successo. In merito ai funerali, la camera ardente sarà allestita presso la camera mortuaria del Policlinico Umberto I dalle ore 12 alle ore 16 di Venerdì 17 gennaio. La cerimonia funebre vera e propria è invece in programma per la mattina di sabato 18 gennaio a partire dalle ore 10.30 presso la Basilica di S. Croce al Flaminio in via Guido Reni. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

L’ADDIO DI FIORELLO

«Addio prof Migliaccio»: così Fiorello sui social network ha salutato il nutrizionista tv, morto a causa di malore improvviso. Tanti i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa, a partire da quello del primario Roy De Vita: «Pietro Migliaccio era una grande professionista ed un uomo meraviglioso. Mi mancherà». Così, invece, il professor Walter Ricciardi: «Ci ha lasciato il prof Pietro Migliaccio e’ stato un grande medico e nutrizionista, un visionario innovatore e una bellissima persona, ci mancherà molto». Infine, il ricordo dello chef Alessandro Circiello: «La scomparsa del Prof. Pietro Migliaccio lascia un vuoto immenso. Affetto, amicizia, grande divulgatore e tanti momenti meravigliosi vissuti insieme in tv, otre dieci anni fa’ realizzammo insieme la prima rubrica sulla sana alimentazione in Rai». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

PIETRO MIGLIACCIO MORTO, INVENTO’ LA DIETA DEL GELATO

Il prof. Pietro Migliaccio, è morto improvvisamente, luminare nel campo della dietologia nonché spesso e volentieri ospite in tv per parlare di diete. Recentemente era salito alla ribalta delle cronache per la sua Dieta del gelato, un regime alimentare da seguire per una decina di giorni, adatta a uomini e donne dai 16 anni fino ai 70. La dieta prevede una serie di pranzi poco calorici, fra cui appunto un gelato da mangiare a mezzogiorno, al posto del classico piatto di pasta o di una bistecca. In tal modo, si può perdere peso gustando uno dei cibi più amati d’Italia come appunto il gelato. “Il gelato è troppo spesso criminalizzato – spiegava a riguardo proprio il Prof. Migliaccio – invece è un alimento dalle tante qualità, che anche psicologicamente aiuta ad affrontare meglio una dieta. L’importante è mangiarlo come alternativa al pasto tradizionale e non aggiungerlo a primo e secondo come dessert. Il gelato è prodotto con latte, uova, zucchero, più caffè, cacao o frutta, tutti alimenti dotati di un buon valore nutrizionale. Se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale del pasto si arricchisce di amido”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PIETRO MIGLIACCIO, MORTO NELLA NOTTE IL DIETOLOGO DELLA TV

E’ morto il professore Pietro Migliaccio, presidente emerito della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Considerato uno dei massimi esperti d’Italia nel campo della dietologia, è venuto a mancare all’improvviso, molto probabilmente a seguito di un infarto, o comunque di un problema cardiaco. Migliaccio era molto conosciuto non soltanto nell’ambiente medico, in quanto spesso e volentieri intervistato dai media e ospite di trasmissioni tv. Lo scorso mese di novembre, ad esempio, aveva parlato con i colleghi di Repubblica in vista delle abbuffate natalizie: “Mangiamo senza sensi di colpa, si rimedia il giorno dopo – aveva detto il 30 di due mesi fa – dopo una giornata con poche regole – aveva proseguito – basta seguire un regime ipocalorico”.

PIETRO MIGLIACCIO E’ MORTO: IL RICORDO DI BARBARA PALOMBELLI

Barbara Palombelli, conduttrice tv, ha ricordato così, attraverso la propria pagina Facebook, il professore venuto a mancare nella notte a Roma: “La scomparsa del professor Pietro Migliaccio lacia un vuoto immenso, 50 anni di consuetudini familiari, affetto, amicizia, assistenza professionale e tanti momenti meravigliosi vissuti insieme. Lo ricorderò oggi in tv”. Migliaccio era nato a Catanzaro ma si era laureato presso La Sapienza di Roma in Medicina e Chirurgia. Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione e Specialista in Gastroenterologia, esperto in Auxologia, da anni svolgeva nella capitale la professione di Nutrizionista e Dietologo Clinico, unita all’attività didattica in seminari e conferenze in varie atenei d’Italia. A marzo del 2010 era stato nominato all’unanimità Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A), mentre dal settembre del 2009 teneva una rubrica all’interno del programma “I fatti vostri” in onda su Rai Due tutti i giorni, da lunedì a venerdì. Se ne va senza dubbio un luminare nel suo campo, nonché un volto noto della tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA