Pitbull attacca donna incinta a Palermo: rischia il bambino/ L’aggressione dopo una lite condominiale

- Josephine Carinci

A Palermo un pitbull ha aggredito mamma e figlia: la 35enne è in attesa di un bambino e ora rischia di perderlo. L'aggressione dopo una lite dalla vicina

cani amstaff anziana (Pixabay)

Una donna e la figlia, in stato di gravidanza, sono state assalite da un pitbull a Bagheria, in provincia di Palermo, durante una lite condominiale. Secondo una prima ricostruzione, le due donne si sarebbero recate a casa della vicina dove avrebbero portato avanti una discussione, ma la situazione sarebbe degenerata. Il cane, presente in casa, avrebbe aggredito la madre e la figlia 35enne incinta. Le due donne, come riporta l’Adnkronos, hanno riportato ferite varie sul corpo, anche in viso. Entrambe sono state ricoverate al Policlinico di Palermo.

Ad aver provocato la reazione del pitbull sarebbero state le urla scaturite dalla lite condominiale delle due donne con la vicina. Il cane ha aggredito mamma e figlia: in particolare la donna incinta è stata ferita gravemente alla mandibola. Le due donne sono state soccorse dal 118 e trasportate in ospedale. La madre ha una prognosi di 20 giorni mentre le condizioni della 35enne sarebbero più gravi: rischierebbe di perdere il bambino. I carabinieri della compagnia di Bagheria stanno conducendo le indagini per accertare le responsabilità di quanto accaduto.

Pitbull aggredisce mamma e figlia: non è un caso isolato

L’aggressione del pitbull ai danni della mamma e della figlia in provincia di Palermo non è un caso isolato: episodi simili hanno purtroppo vari precedenti. A inizio gennaio una coppia nel Siracusano, a Pachino, è stata azzannata dal proprio cane, della stessa razza di quello di Bagheria: secondo la ricostruzione il primo attacco lo avrebbe subito la proprietaria dell’animale. Il marito della donna, una volta accortosi di quanto accaduto, avrebbe provato a sottrarre la moglie dalla morsa del pitbull, finendo anche lui per essere aggredito. E ancora a metà febbraio una bambina di 4 anni di San Cataldo è arrivata in gravi condizioni all’ospedale Sant’Elia dopo essere stata azzannata da un pitbull. La piccola era stata morsa alla testa, alle braccia e ai glutei con conseguente intervento chirurgico necessario per salvarle la vita.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca Nera

Ultime notizie