BERLUSCONI/ Le prime immagini del premier senza bende

- La Redazione

SILVIO BERLUSCONI – IMMAGINI DEL PREMIER SENZA BENDE: Ecco la prima immagine di Silvio Berlusconi, dopo l’aggressione di Massimo Tartaglia in Piazza Duomo, senza bende

BerlusconiSenzaBende_R375

SILVIO BERLUSCONI – IMMAGINI DEL PREMIER SENZA BENDE: Ecco la prima immagine di Silvio Berlusconi, dopo l’aggressione di Massimo Tartaglia in Piazza Duomo, senza bende.
Pubblicata dal Secolo XIX di Genova che l’ha ripresa dal quotidiano francese Nice Matin. Berlusconi è stato immortalato mentre era  a St-Paul-de Vence tra gallerie d’arte, artigianato e  buona cucina. E’ apparso per la prima volta in pubblico senza cerotti, dopo l’aggressione subita a Milano in piazza Duomo. Il volto è privo di bende e cerotti.

Ha fatto scalpore la notizia dell’acquisto di alcune opere nella galleria d’arte “Vladimir Rustinoff et Joel Guyot”: Silvio Berlusconi ha infatti acquistato una litografia numerata di Brainwash, che rappresenta il presidente americano Barack Obama nei panni di “Superman”.

«Il 2010 sarà l’anno delle riforme. Partiremo con quella della giustizia, poi proseguiremo con la scuola e soprattutto con un programma di riforma fiscale per ridurre le tasse». Silvio Berlusconi indica nuovamente la propria volontà a portare avanti le riforme in un collegamento telefonico con gli europarlamentari riuniti a pranzo a Torino.

Smentita da Paolo Bonaiuti una riduzione immediata delle tasse nel 2010, "la frase non è mai stata pronunciata", precisa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio.
«Andremo avanti con determinazione e senza esitazioni, in questo momento difficile dove il terrorismo internazionale è tornato a farsi sentire. Noi dobbiamo essere uniti e fare da esempio. Dobbiamo essere il partito dell’amore che combatte contro chi diffonde odio. Spero che gli altri collaborino a fare le riforme altrimenti andremo comunque avanti da soli».

Sulle probabilità di dialogo tra gli schieramenti incombe però l’ombra della campagna elettorale delle regionali, alle porte. Molti i fronti aperti, se il caso Puglia scuote il Pd e inaugura il nuovo progetto dell’Udc, il Pdl deve pensare alla Sicilia e alla competizione interna con la Lega al Nord.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori