Berlusconi scende di nuovo in campo: “Mi candido alle europee”/ “No alle intercettazioni telefoniche pubbliche

- Carmine Massimo Balsamo

Berlusconi: “M5s peggio della Sinistra”. Ultime notizie, leader di Forza Italia scatenato a Fiuggi contro il Governo: “In campo a elezioni per salvare il Paese”

silvio_berlusconi_zoom3_lapresse_2016
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi - LaPresse
Pubblicità

Tra le cose dette ieri dall’ex premier, la proposta di vietare la messa in pubblico di tute le intercettazioni telefoniche: “Nessuna intercettazione deve poter essere resa pubblica”. Come ricorda però oggi Il fatto quotidiano, nel 2005 fu proprio lui a dare il consenso affinché si rendesse pubblica la famosa telefonata di Fassino sull’acquisto di una banca. Pubblicata da Il Giornale, Berlusconi venne condannato nel 2015 e poi prescritto per rivelazione di segreto di ufficio in concorso. Quella elezione, secondo molti, ebbe un ruolo fondamentale nella rimonta elettorale del centrodestra alle elezioni del 2006 quando Prodi vinse con un vantaggio di soli 24mila voti (Agg. Paolo Vites)

Pubblicità

IL CAVALIERE A FIUGGI

Proprio come nel 1994, Silvio Berlusconi ha annunciato di scendere in campo da protagonista con Forza Italia alle prossime elezioni europee. Il Cavaliere ieri a Fiuggi ha attaccato duramente il governo Lega-Movimento 5 Stelle, scatenando reazioni di ogni tipo nel mondo politico. E registriamo acque agitate in Forza Italia, con molti dirigenti azzurri che non vedono di buon occhio il Carroccio e il suo leader Matteo Salvini. Come riporta Repubblica, Gianfrancò Miccichè è tra questi: “Samo i servi di Salvini, continuiamo a far crescere la Lega e noi perdiamo voti al nord. In compenso, se si fa l’analisi del voto, in alcune regioni del centro e in tutte quelle del sud siamo sempre al 20 per cento”, le parole del presidente dell’Ars siciliana e commissario forzista nell’isola. E ha aggiunto: “A proposito di migranti, vi avrei invitati tutti sulla nave Diciotti, sulla nave maledetta, a vedere le condizioni in cui erano ridotte quelle 170 persone, per capire se Salvini è un leader, un uomo di stato. Da ragazzo avrei voluto morire socialista, poi mi hanno convinto anche a morire popolare, ma nazista e razzista non mi ci fanno morire”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

CONTE: “DEVE STARE TRANQUILLO”

Dopo Luigi Di Maio anche Giuseppe Conte replica agli attacchi di Silvio Berlusconi, l’ex Presidente del Consiglio che oggi alla convention di Forza Italia e del PPE a Fiuggi ha tuonato contro il governo e il suo operato. Come riportato da Il Giornale, da Volturara Appula, a margine della manifestazione che gli ha concesso la cittadinanza onoraria, il premier Conte ha voluto ribadire che “l’Italia è in buone mani”. Secondo l’inquilino di Palazzo Chigi, “Berlusconi deve stare tranquillo, ha avuto tanti lustri per avere le sue opportunità, adesso lasciateci lavorare”. Conte ha poi voluto ribadire come il governo sta lavorando “con grande determinazione e con grande impegno” per garantire “un futuro roseo” all’Italia. “Vogliamo lasciarvi un Paese migliore di come lo abbiamo preso”, ha detto. (agg. di Dario D’Angelo)

FANTINATI (M5S) ATTACCA BERLUSCONI

Ad attacco – «In una democrazia il signor Casalino dovrebbe stare già fuori con la valigia in mano» – giunge difesa e controreplica, «In una democrazia seria, caro @berlusconi , tu non saresti ancora qui a blaterare, ma parlerebbero per te i tuoi avvocati». A parlare è Mattia Fantinati, Sottosegretario per la Pubblica Amministrazione in quota Movimento 5 Stelle; alla nuova discesa in campo ci credono in molti, ma non sono tantissimi quelli che ritengono che possa essere una buona idea per rilanciare Forza Italia. O che almeno non basta, come ormai gli stessi elettori del Centrodestra sanno dal momento in cui è la coalizione compatta a poter vincere, non più un solo partito o movimento: «Berlusconi: “25 anni fa abbiamo salvato l’Italia dal comunismo, ora il pericolo è peggiore,è incompetenza odio sociale ignoranza. Salveremo di nuovo noi l’Italia, torno in campo”. Speriamo che non ci voglia salvare come #nel2011 con la #Libia e #Monti», scrive l’acuta giornalista Maria Giovanna Maglie su Twitter. (agg. di Niccolò Magnani)

LA (NUOVA) DISCESA IN CAMPO

«Io candidato alle europee? Penso di sì, è ciò che mi chiedono tutti. E poi, se dobbiamo salvare l’Italia, bisogna cominciare a fare le cose sul serio», ha rilanciato l’ex Presidente di Forza Italia dal palco di Fiuggi. Una nuova, l’ennesima, discesa in campo a quasi 82 anni suonati che per il popolo azzurro suona come una grande notizia e “ricarica” politica anche se gli elettori restano sempre più perplessi. Può il Centrodestra avere come futuro un “volpone” come Berlusconi, che la sa più lunga di quasi tutti, ma che probabilmente non ha la forza di girarsi mezza Italia per le prossime Europee? Nell’attesa di capire il “mistero” della eterna giovinezza di Berlusconi, è lui stesso ad esserne convinto: «Dobbiamo aprirci a quegli altri italiani che in definitiva la pensano come noi e questa volta sono rimasti a casa o hanno espresso un voto di protesta. Dobbiamo ritornare ad avere un voto importante e che faccia ancora di noi la prima forza politica in Italia». (agg. di Niccolò Magnani)

LA REPLICA DI DI MAIO

Le dichiarazioni rilasciate oggi a Fiuggi da Silvio Berlusconi non sono passate inosservato al Movimento 5 Stelle, con il suo leader politico Luigi Di Maio che ha prontamente replicato. Ecco le parole del ministro del Lavoro: “Oggi Berlusconi apocalittico: “Il Decreto Dignità è un disastro e con la manovra l’Italia rischia grosso”. Sì sì… mo me lo segno (cit. Massimo Troisi). Il capo di Mediaset politicamente ha fatto il suo tempo, oltre ad aver fatto solo danni. La sua preoccupazione oggi come negli ultimi 20 anni non è per l’Italia, ma solo per le sue tv! Il suo tentativo di cercare ancora visibilità è ridicolo e va compatito”. Queste, invece, le parole di Manlio Di Stefano: “Tra questo rigurgito plastico di #Berlusconi e l’indecente #Sallusti oggi è ancora più evidente a tutti gli italiani chi e cosa stiamo combattendo nel loro interesse. Il @Mov5Stelle andrà avanti, nonostante tutti loro. Avanti così”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

“MANOVRA FA SALIRE SPREAD”

Un Silvio Berlusconi scatenato quello che oggi si è presentato a Fiuggi alla kermesse di Forza Italia organizzata da Antonio Tajani, con il leader azzurro che si è scagliato contro il Governo Lega-Movimento5 Stelle. L’ex premier ha attaccato la manovra, rea di far salire inesorabilmente lo spread, ma non solo. Nel mirino ci sono i tetti pubblicitari paventati dal partito guidato da Luigi Di Maio: “Hanno annunciato misure sui tetti pubblicitari che farebbero chiudere Mediaset il giorno dopo e limitano la libertà delle imprese che vogliono decidere dove meglio allocare la loro pubblicità”, riporta Tg Com 24. Per il momento non sono giunte repliche dall’esecutivo gialloverde, ma la presa di posizione dell’ex presidente del Milan susciterà notevoli polemiche nel corso dei prossimi giorni. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

BERLUSCONI ATTACCA SALVINI

Lo show di Silvio Berlusconi a Fiuggi è stato a 360° nel suo ritorno alle “scene” politiche dal vivo dopo diversi mesi: «Hanno annunciato misure sui tetti pubblicitari che farebbero chiudere Mediaset il giorno dopo e limitano la libertà delle imprese che vogliono decidere dove meglio allocare la loro pubblicità», attacca ancora i grillini a testa bassa l’ex Cavaliere, che poi torna anche sul caso di Rocco Casalino e dell’audio contro i tecnici del Ministero di Economia e Finanza (qui tutti i dettagli, ndr) «In una democrazia il signor Casalino dovrebbe stare già fuori con la valigia in mano». Sulla Manovra Economica invece, Berlusconi non fa sconti neanche all’alleato leghista «Se con la manovra alzassimo il deficit e l’Europa dovesse respingerla, lo spread salirebbe e sarebbe un disastro. E purtroppo da quello che sento, la Bce ritiene questo rischio molto elevato». (agg. di Niccolò Magnani)

LA SFIDA AI CINQUE STELLE

Silvio Berlusconi: “M5s peggio della Sinistra”, leader di Forza Italia scatenato nella kermesse azzurra di Fiuggi organizzata dal suo numero due Antonio Tajani. L’ex presidente del Consiglio ha messo nel mirino il Governo, soprattutto il Movimento 5 Stelle ma anche gli alleati della Lega: “Ci sono due squadre, una della Lega, che si è presentata con il programma scritto al 95% da noi, e l’altra, quella del M5s, che si sta rivelando peggiore di quanto immaginavamo, peggiore della sinistra, nemico delle imprese e delle infrastrutture, propenso alle nazionalizzazioni”. M5s “nemico della libertà e giustizialista” secondo il Cavaliere, che ha poi aggiunto: “Abbiamo salvato l’Italia dal Comunismo, venticinque anni dopo l’Italia affronta un pericolo ancora peggiore: l’ignoranza, l’incompetenza e l’aspirazione continua all’odio sociale. Saremo ancora noi a salvare il Paese, sarò in campo alle prossime elezioni per salvare il Paese che amo”.

BERLUSCONI ATTACCA ANCHE SALVINI

Silvio Berlusconi ha anche parlato di Matteo Salvini e delle sue ultime dichiarazioni: “Il vertice di Centrodestra ha confermato che la coalizione è definitiva per tutti e tre i partiti: poi Salvini ha fatto delle dichiarazioni sgradevoli e non accettabili da parte nostra, forse con la scusa di non fare scoppiare un diverbio con gli alleati del Movimento 5 Stelle, quel diverbio che noi vogliamo che scoppi”. Il Cavaliere ha poi parlato della manovra economica in programma: “Se alzassimo il deficit e l’Europa dovesse respingerla, lo spread salirebbe e sarebbe un disastro per l’Italia. Purtroppo, da ciò che sento, la Bce ritiene molto elevato questo rischio”. Infine, una battuta sull’audio rubato al portavoce pentastellato Rocco Casalino: “In una democrazia il signor Casalino starebbe già fuori con la valigia in mano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori