POVIA, MULTA DA 446 EURO/ Foto: “non chiedo soldi ai fan, è stata solo una battuta”

- Stella Dibenedetto

Povia riceve una multa da 446 euro e lancia un appello ai fans sui social, poi precisa: “non chiedo soldi, era solo una battuta”.

povia
Povia - Foto Facebook

Giuseppe Povia, dopo le polemiche scatenate dal post pubblicato su Facebook con cui chiedeva ai fans di acquistare il suo album per aiutarlo a pagare una multa da 446 euro, si difende all’interno del programma Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1. “Quando la gente mi ferma per strada e me lo chiede io sorrido e penso che stiano scherzando, perché è stata una battuta messa lì. Poi economicamente è vero che non me la passo molto bene, quindi combatto, vendo il disco e mi pago la multa. E qualcuno l’album me l’ha comprato”, ha dichiarato il cantante ai microfoni di Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. Povia svela di aver venduto qualche copia in più del suo album, ma senza esagerazioni spiegando, poi, i motivi per i quali ha ricevuto la multa: “Si tratta di una multa di 446euro, che è uno strascico di un vecchio contenzioso proveniente da un errore di vecchi commercialisti”. Povia, poi, parla anche di politica rivelando di non aver votato alle elezioni politiche aggiungendo che “non andrò a votare finché non ci sarà una forza politica che abbia seriamente in programma l’uscita con dall’euro. Uno Stato che non controlla la moneta – ha detto il cantante a Un Giorno da Pecora – è come un uomo senza pene o una radio senza trasmettitore”. Infine, conferma che tornerà a votare solo quando qualche partito non avrà in programma l’uscita dalla moneta unica. “Si. Se ci sarà un partito grosso che davvero vorrà farlo, se si chiamerà Lega lo voterò, certo” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

POVIA, APPELLO AI FANS: “AIUTATEMI A PAGARLA”

Giuseppe Povia, tornato sulla scena musicale con il nuovo singolo “Cameriere”, presentato a Domenica In dove si è lasciato andare anche ad una battuta su Mara Venier, lancia un appello ai fans. Molto attivo sui social, il cantautore che ha conquistato la ribalta nazionale prima con la canzone “I bambini fanno ooh…” e poi vincendo il Festival di Sanremo 2006 con il brano “Vorrei avere il becco“, su Facebook, ha rivolto un appello ai fan. Il cantautore, infatti, ha svelato di aver ricevuto una multa di 446 euro. Una cifra importante che ha spinto l’artista a chiedere ai suoi ammiratori di aiutarlo a pagarla. In che modo? Acquistando la sua musica. L’appello di Povia ha scatenato la reazione dei fans che hanno commentato anche con messaggi abbastanza duri.

POVIA, MULTA DA 446 EURO: I FAN REPLICANO ALL’APPELLO

L’appello di Povia ha scatenato accese polemiche sul web. Il cantautore, per chiedere ai fans di aiutarlo a pagare la multa ricevuta, ha scritto: “Ciao a tutti! Notizia triste.. 446€ di multa.. Se mi comprate il disco mi aiutate a pagarla” – ha scritto il cantautore che poi continua – “Intanto avrete un disco autoprodotto di 19 brani NON a tavolino (e non è poco). E visto che ho fatto il cameriere è come se vi chiedessi la mancia ;D In più se lo acquistate a 9 euro su www.povia.net (19 brani), vi regalo il brano ‘Cameriere’ + un video personale per ringraziarvi (lasciate il cell). Il brano ‘Cameriere’ lo potete ascoltare su youtube”. Immediata la reazione dei fans: “Povia, facciamo così: organizziamo una colletta per pagarti la multa, ma il disco no, ti prego”, “Andà a lavora c’hai mai pensato?”, “Ti hanno fatto la multa per la musica che scrivi?!”, “Li butto nella slot piuttosto”, “Ti hanno multato perché ancora canti mi auguro”, sono solo alcuni dei commenti degli utenti. Di fronte alle critiche ricevute, Povia ha replicato così: “Leggo i commenti di chi critica e mi fanno ridere di simpatia;D Comunque ste multe sono ingiuste e quindi aiutatemi oppure commentate da utonti che vi voglio bene “. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA