Ragusa, neonato abbandonato in un sacchetto della spazzatura/ Medici “Sta bene”

- Mirko Bompiani

Dramma sfiorato a Ragusa, dove un neonato è stato rinvenuto in un contenitore di rifiuti: fortunatamente il piccolo non è in pericolo di vita

ragusa Immagine di repertorio (Pixabay, 2020)

Paura a Ragusa per la vita di un neonato. Come riportato da numerose testate giornalistiche, ieri sera è stato rinvenuto un bimbo in un contenitore di spazzatura in via Saragat. A lanciare l’allarme è stato un uomo che ha avvertito un lamento indistinto arrivare dal sacchetto di rifiuti. Dopo aver pensato fosse un cucciolo di cane, il passante ha scoperto la presenza di un neonato avvolto in una fascia: il piccolo è stato immediatamente trasportato in ospedale ed attualmente si trova in terapia intensiva. Fortunatamente il bimbo non rischia la vita: le sue condizioni sono buone, ma i medici hanno preferito ospitarlo nella Ti prenatale in via precauzionale.

Ragusa, neonato abbandonato in un sacchetto della spazzatura

L’episodio registrato a Ragusa ricorda molto da vicino quanto accaduto a Verona e sono attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore: sul caso sono in corso le indagini della Polizia. Huffington Post spiega che non è escluso che il parto sia avvenuto in un’altra zona ed il piccolo portato lì per sviare le indagini. Ricordiamo che nei pressi di via Saragat c’è la chiesa del Preziosissimo Sangue. Intervistato da Ragusa Oggi, il primario del reparto di Neonatologia ha spiegato: «Il bambino è in buone condizioni, diciamo discrete. È arrivato ieri sera avvolto in una copertina, aveva un principio di ipotermia e la glicemia bassa, segno che non era stato alimentato».





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie