Riccardo, fratello Leonardo Bonucci/ “Più bravo di me, lasciò dopo gli infortuni”

- Rossella Pastore

Riccardo Bonucci è il fratello di Leonardo Bonucci. Anche lui calciatore, smise di giocare per motivi fisici. Oggi è un allenatore.

A destra, il fratello di Leonardo Riccardo Bonucci
A destra, il fratello di Leonardo Riccardo Bonucci

Leonardo Bonucci sul fratello Riccardo Bonucci: “Di lui dicevano che era più bravo”

Leonardo Bonucci è stato ospite nel 2019 di A raccontare comincia tu per un lungo colloquio con Raffaella Carrà. Nel corso dell’intervista, in onda in replica questa sera su Rai3, il calciatore ha parlato anche del rapporto con Riccardo, suo fratello maggiore, anche lui un tempo giovane promessa del calcio. L’amore per questo sport sembra essere inscritto nel Dna di tutta la famiglia: al pari di Leonardo, infatti, anche Riccardo era estremamente bravo con il pallone, ma un certo punto gli infortuni lo costrinsero a fermarsi. “Era più bravo di me”, ha ammesso Bonucci in apertura di puntata. “Ai tempi gli addetti ai lavori dicevano: ‘È più bravo Riccardo rispetto a Leonardo’. Poi gli infortuni lo hanno fermato ed ha deciso di dedicarsi alla famiglia”.

Le parole di Riccardo dopo l’Europeo: “Orgogliosi di te”

Riccardo Bonucci è nato a Viterbo il 20 novembre 1982 (è più grande di Leonardo di 5 anni). Anche lui, prima del ritiro, ha ricoperto il ruolo di difensore, mentre in tempi recenti è riuscito a ottenere il patentino Uefa B che lo abilita ad allenare. Il suo esordio nel mondo del calcio risale ai primi anni Duemila, quando si distinse in serie C con la maglia della Viterbese. Lui e Leonardo sono molto legati; a dividerli solo la fede calcistica (Riccardo è un tifoso interista e il suo allenatore preferito è Antonio Conte). In occasione del trionfo del fratello agli europei, Riccardo ha pubblicato un post su Instagram in cui si complimenta con lui e risponde alle critiche di alcuni detrattori: “Grazie Leo per averci resi orgogliosi di essere parte di te”, si legge verso la fine. “La Viterbo NOSTRA – chiosa – ti porta in trionfo e ti rende onore”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA